Ringraziamenti

Home/Comunicare/Ringraziamenti
Ringraziamenti 2016-10-14T03:26:09+00:00

E-textImpossibile elencare qui tutte le persone che ci hanno generosamente aiutato e continuano a farlo, anche se la nostra gratitudine va a ciascuna di loro.

Ci piace comunque citare la società di web design E-text S.r.l., fondata da alcuni membri del direttivo di Liber Liber, per l’insostituibile e costante sostegno finanziario. La E-text copre la maggior parte dei costi di Liber Liber e ci mette a disposizione da anni server di sviluppo, computer, locali e personale specializzato.

Non possiamo dimenticare gli sponsor che acquistano banner pubblicitari sul nostro sito Internet.

Meritano un ringraziamento speciale:

  • Massimiliano Trombacco, per aver realizzato a titolo gratuito il primo logo di Liber Liber;
  • la Hewlett-Packard http://www.hp.com/, e il dott. Renato Sommacal, che tramite il programma di “Supporto filantropico”, ci ha fornito in comodato gratuito un potente server di sviluppo;
  • l’Università di Milano, Dipartimento di Scienze dell’Informazione http://www.dsi.unimi.it/, che ha ospitato il primo server FTP di Liber Liber e Stefano Basagni, Carlo Bolchini e Giulio Casella che si sono occupati della sua gestione nei primi anni di Liber Liber;
  • Telematica http://www.telematica.it/, il provider che ha ospitato il nostro sito Web fino agli inizi del 2000;
  • MC-link http://www.mclink.it/, nei cui forum, gestiti da Marco Calvo, nostro presidente, è nata l’idea del progetto Manuzio (nel marzo 1993… vedere “Le origini di Liber Liber“);
  • Corel http://www.corel.com/ ed E.G.C. Italia, che hanno fornito a titolo gratuito il software (il noto CorelDRAW) per attrezzare cinque PC;
  • Adobe http://www.adobe.com/, che ci ha gentilmente fornito a titolo gratuito una licenza di Adobe Photoshop 5;
  • Laterza http://www.laterza.it/, una delle prime case editrici italiane ad averci fornito l’autorizzazione alla libera distribuzione di alcuni testi (tra i quali “Vita di Dante” di Giorgio Petrocchi, “La crisi italiana” di Paolo Sylos Labini e altri).