LiberMusica

//LiberMusica

“Rapsodie espagnole” di Ravel

2018-10-10T11:45:11+00:0010 ottobre 2018|Categories: LiberMusica, Spalla basso|

Suite per orchestra composta da Maurice Ravel nel 1907.

Si tratta della prima grande opera per sola orchestra del musicista, dieci anni dopo la Scheherazade Overture.

Ravel fu influenzato da sua madre, di origine basca, che gli cantava spesso melodie del suo paese. Questa ispirazione può essere trovata durante tutto il periodo creativo del musicista (Pavane pour une infante défunte, L’Heure espagnole, Boléro). È stata scritta e completata un anno prima dell’Iberia di Claude Debussy: Ravel non si è quindi ispirato all’opera di Debussy. (altro…)

“Rapsodia, Op. 43” di Rachmaninov

2018-10-10T11:40:50+00:0027 settembre 2018|Categories: LiberMusica|

Epoca di composizione: 1934
Prima esecuzione: Baltimora, 7 novembre 1934

Composta nella villa che Rachmaninov possedeva a Lucerna, in Svizzera, nell’estate del 1934, la Rapsodia fu eseguita la prima volta e con grande successo il 7 novembre dello stesso anno alla Lyric Opera House di Baltimora, dall’autore allo strumento solista con la Philadelphia Orchestra diretta da Leopold Stokowski. (altro…)

“24 Preludi, Op. 11” di Skrjabin

2018-09-13T15:01:07+00:004 settembre 2018|Categories: LiberMusica|

L’opera segue il modello della raccolta 24 Preludi di Frédéric Chopin. Questa collezione copre anche le 24 tonalità maggiore e minore che seguono la stessa sequenza:
Do maggiore, La minore, Sol maggiore, Mi minore, alternando i toni maggiore e minore seguendo il circolo delle quinte.
Questo lavoro è considerato uno dei più impressionanti tra le prime composizioni di Skriabin. (altro…)

“Rosamunde, D 797” di Schubert

2018-09-04T14:02:23+00:001 agosto 2018|Categories: LiberMusica|

Schubert compose nel 1823 le musiche di scena, un’overture, due intermezzi, due balletti, una romanza e alcuni cori, per la commedia Rosamunde, Principessa di Cipro di Helmina von Chézy. La musica, in particolare quella dell’apertura e del terzo intervallo, rimane uno dei più popolari del compositore ed è regolarmente presente nel repertorio di grandi orchestre. (altro…)

The Whoop reinterpreta Vivaldi

2018-07-26T15:08:23+00:0024 luglio 2018|Categories: LiberMusica|

Il gruppo The Whoop reinterpreta in modo accattivante “Le Quattro Stagioni”, di Antonio Vivaldi. Nello specifico il brano è tratto dal concerto in Sol minore, Op. 8 n° 2 “L’estate”, RV 315 da “Il cimento dell’armonia e dell’inventione”.

Puoi ascoltarne una versione tradizionale diretta da Karl Münchinger per la Stuttgarter Kammerorchester: Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi.

“I cavalieri di Ekebù” di Riccardo Zandonai

2018-07-18T15:29:58+00:0018 luglio 2018|Categories: LiberMusica|

Gösta, un prete che è stato sconsacrato perché dedito all’alcool, è innamorato di Anna. In un’osteria di Ekebù il padre della ragazza, Sintram, lo induce a bere sempre più, nella speranza che l’odiato Gösta si uccida e lasci libera la figlia. Anna, pur ricambiando l’amore di Gösta, vede quest’ultimo caduto ubriaco nella neve e lo abbandona. Gösta viene accolto nel castello della Comandante, che aiuta persone disperate, e diviene uno dei suoi cavalieri, un gruppo infaticabili lavoratori. (altro…)

Francesca da Rimini. Zandonai

2018-07-24T15:44:32+00:0018 luglio 2018|Categories: LiberMusica|

Il soggetto è tratto dal canto V dell’Inferno di Dante, e più direttamente dalla omonima tragedia che il librettista D’Annunzio aveva messo in scena nel 1901. La storia si svolge a Ravenna e Rimini.

Francesca, figlia di Guido I da Polenta, per ragioni di Stato deve sposarsi con Giovanni, detto Gianciotto, figlio deforme di Malatesta da Verucchio. Poiché Francesca certamente rifiuterebbe di sposare lo zoppo e deforme Gianciotto, nel primo atto, ricorrendo a un trucco ben architettato, le viene presentato il fratello di Gianciotto, più giovane e bello, Paolo, detto il Bello. Convinta che Paolo sia lo sposo che le è stato destinato, Francesca si innamora perdutamente di lui a prima vista; anche Paolo si innamora di Francesca, nonostante non si scambino una sola parola. (altro…)

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui a utilizzare questo sito, assumiamo che tu ne sia felice. OK