Progetti

/Progetti

“Rosamunde, D 797” di Schubert

2018-08-01T12:53:12+00:001 agosto 2018|Categories: LiberMusica, Spalla basso|

Schubert compose nel 1823 le musiche di scena, un’overture, due intermezzi, due balletti, una romanza e alcuni cori, per la commedia Rosamunde, Principessa di Cipro di Helmina von Chézy. La musica, in particolare quella dell’apertura e del terzo intervallo, rimane uno dei più popolari del compositore ed è regolarmente presente nel repertorio di grandi orchestre. (altro…)

“Una nichilista” di Sof’ja Kovalevskaja

2018-07-26T16:05:37+00:0026 luglio 2018|Categories: Manuzio|

Vèra, figlia più giovane di un nobile proprietario terriero russo, compie un percorso di consapevolezza assistendo dapprima all’atto di affrancamento del febbraio 1861, leggendo poi le vite dei martiri cristiani e costruendo quindi una visione mistica della propria vita. (altro…)

“La guerra e la pace” di Lev Nikolaevič Tolstoj

2018-07-25T13:05:49+00:0025 luglio 2018|Categories: In primo piano, Manuzio|

Scritto tra il 1863 e il 1869 e pubblicato per la prima volta tra il 1865 e il 1869 sulla rivista Russkij Vestnik, riguarda principalmente la storia di due famiglie, i Bolkonskije i Rostov, tra le guerre napoleoniche, la campagna napoleonica in Russia del 1812 e la fondazione delle prime società segrete russe. (altro…)

“Panorama dell’arte radiofonica” di Enrico Rocca

2018-07-25T12:33:47+00:0025 luglio 2018|Categories: Manuzio|

Guglielmo Marconi, nel 1901, approfondendo e applicando gli studi di Hertz, perfezionò l’invenzione della radio. Da allora questo strumento cambiò radicalmente il mondo dell’informazione che, prima, avveniva sostanzialmente tramite il passaparola e la carta stampata, i quali vennero presto sostituiti, per buona parte, dal radiogiornale. (altro…)

“Acque d’autunno” di Zhuang zi. 4° edizione accresciuta e corretta

2018-07-26T15:09:18+00:0024 luglio 2018|Categories: Manuzio|

Non bisogna dare importanza al mondo esteriore, ma concentrarsi invece sul conoscere se stessi. A questo scopo occorre valorizzare la spontaneità e ciò che è in sintonia con la natura e con le leggi fondamentali che regolano l’universo, respingendo le istituzioni artificiali e i valori convenzionalmente assegnati dalla società. Tutto questo nel tao scompare sintetizzandosi in una realtà unica che mette in relazione tutti gli esseri e tutte le cose. La morte, inevitabile cambiamento naturale, come la successione del giorno e della notte, si inquadra, come ogni altra cosa che accade, in una parvenza di sogno. (altro…)

“La signorina Anna” di Paola Drigo

2018-07-25T13:01:42+00:0024 luglio 2018|Categories: Manuzio|

Due racconti lunghi e quattro racconti brevi compongono questa raccolta. Le convenzioni sociali colpiscono i più deboli; dalla nobile decaduta costretta a rinunciare a un sogno d’amore perché separata dal possibile compagno da una barriera di differenza d’età che pare invalicabile, alla giovane donna con figlioletta abbandonata dal marito e ritrovata dallo stesso nel momento che aveva cercato di ricostruirsi una vita; una visione alternativa all’andamento stanco e mediocre di una modesta famiglia, che risulta anche peggio della realtà quotidiana; l’incontro con l’idea della morte di una bimba; la tragica maldicenza che porta un presunto iettatore al suicidio. (altro…)

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui a utilizzare questo sito, assumiamo che tu ne sia felice. OK