Podcast web

//Podcast web

“Magnificat a sei voci” di Monteverdi

2018-09-15T11:09:45+00:0013 settembre 2018|Categories: Manuzio, Podcast web, Spalla basso|Tags: , |

(voce di SopraPensiero)

 

Parte conclusiva dell’opera Vespro della Beata Vergine da concerto composto sopra canti fermi, a sei voci e sei strumenti.

Il Vespro è un lavoro monumentale scritto per un grande coro che possa coprire dieci parti vocali in alcuni movimenti, e che, nel corso dell’opera, si scomponga in cori separati mentre accompagna ben sette differenti solisti. (altro…)

“Al di là della materia” di Luigi Russolo

2018-09-15T11:10:13+00:0013 settembre 2018|Categories: Manuzio, Podcast web|Tags: , |

(voce di SopraPensiero)

 

Pubblicato dall’editore Bocca nel 1938, questo testo era già nella gestazione intellettuale di Russolo almeno dal 1932-1933, cosa che si evince dalla lettura dei Diari (che in gran parte sono ancora inediti). È del 1933 il suo ritiro a Terragona dove conduce vita “monacale filosofica”. Aveva conosciuto a Parigi, probabilmente l’anno prima, Fanny Hefter che rimase per anni sua interlocutrice privilegiata per svariati esperimenti di magnetismo. (altro…)

“Erba sul sagrato” di Ada Negri

2018-09-15T11:10:39+00:0012 settembre 2018|Categories: Manuzio, Podcast web|Tags: , |

(voce di SopraPensiero)

 

Pubblicato nel 1939 è l’ultimo testo di prose pubblicato durante la vita dell’autrice – Oltre uscirà postumo nel 1947 –. Sono prose di memoria: dedicato ai suoi soggiorni a Pavia (“Rossa Pavia città della mia pace”) il primo libro del volume, a testimonianza dei soggiorni autunnali della scrittrice sull’onda dell’amicizia con la nobildonna pavese Luisa Boerchio, dei quali ci dà anche notizia Cesare Angelini con il quale Ada Negri ebbe intensa amicizia epistolare. Pavia dedica alla scrittrice una via, un vicolo attorno alla chiesa di Canepanova, da lei assiduamente frequentata. (altro…)

“12 donne e 2 cani” di Maria Borgese

2018-09-15T11:11:02+00:0011 settembre 2018|Categories: Manuzio, Podcast web|Tags: , |

(voce di SopraPensiero)

 

Tredici brevi novelle dove l’impronta principale è quella del pessimismo e dell’amarezza che ammanta storie all’apparenza banali e ordinarie. Non ancora giunta, letterariamente, al sostegno di una fede profonda, che caratterizza invece gli atteggiamenti e i comportamenti dei personaggi di Quelli che vennero prima, in questi racconti l’autrice prosegue a tratteggiare, con la consueta scrittura delicata ed efficace, la delusione dei sogni di felicità e di amore che già emergeva dai romanzi Aurora l’amata e Le meraviglie crescono nell’orto. (altro…)

“La porta dalle sette chiavi” di Edgar Wallace

2018-09-06T17:47:39+00:006 settembre 2018|Categories: Manuzio, Podcast web|Tags: , |

(voce di SopraPensiero)

 

Il ricchissimo Lord Selford decide di far costruire una cripta, la cui porta sia dotata di sette chiavi (una per ogni esecutore testamentario) per riporvi oltre alle sue membra anche il suo ingente patrimonio da consegnare al figlio solo al compimento del 25°compleanno. (altro…)

“Il padre della patria studiato come uomo e come re” di Paolo Valera

2018-09-06T17:48:04+00:005 settembre 2018|Categories: Manuzio, Podcast web|Tags: , |

(voce di SopraPensiero)

 

In questo libro Valera ci rende una fotografia dell’Italia della seconda metà dell’Ottocento mettendo in risalto abitudini e contraddizioni di chi creò la nostra nazione.
È un dato di fatto, la storia viene scritta dai vincitori. Sua Maestà Vittorio Emanuele II “il Padre della Patria” è un uomo leggermente diverso da quello che si trova nei principali testi scolastici.
L’abile penna di Paolo Valera, raccogliendo testimonianze di prima mano da persone a conoscenza dei fatti, riporta i tratti dell’uomo dietro l’etichetta regale. (altro…)

“Il caso Mauritius” di Jakob Wassermann

2018-09-11T12:55:31+00:005 settembre 2018|Categories: Manuzio, Podcast web|Tags: , |

(voce di SopraPensiero)

 

Il romanzo si ispira, come dichiarò l’autore stesso, all’«idea di giustizia». È il primo di una trilogia che prosegue con Etzel Andergast (1930) e La terza esistenza di Joseph Kerkhovens (1934) sempre incentrarti sul personaggio di Etzel Andergast, figlio sedicenne (nel primo dei tre romanzi) del giudice barone Andergast.

(altro…)

“Note bibliografiche allioniane” di Oreste Mattirolo

2018-09-06T17:48:58+00:004 settembre 2018|Categories: Manuzio, Podcast web|Tags: , |

(voce di SopraPensiero)

 

Carlo Ludovico Allioni nacque a Torino nel 1728. Nel 1747 si laureò in medicina a cui inizialmente si dedicò, diventando medico di corte. Però, ben presto, il suo interesse fu catturato dalla botanica alla quale dette il suo grande contributo, non solo catalogando le specie già allora conosciute ma addirittura scoprendone di nuove, il che attirò l’attenzione di Linneo (Carl von Linné) botanico svedese di fama internazionale con il quale intrattenne una corrispondenza per lungo tempo. Quattordici anni dopo fu tra i primi a sostenere (in Italia) il sistema di nomenclatura doppio seguendo il principio di Linneo. (altro…)