Dall’incipit del libro:

LE DUE MOGLI

— E l’inferma guarirà? — domandai tutto trepidante al dottore.
— Guarirà di certo, se Dio vuole — rispose questi che già s’era levato da sedere e avea preso
il cappello per andar via.
— Gli è che, vedete, tutta notte mi ha tenuto in pensiero con quella sua tosse ostinata. Ora però sta meglio. Non è vero che ti senti meglio, Emma?
— Oh sì! — rispose ella con la sua vocina sottile nella quale entrava una nota di fiduciosa allegria. — Non senti? da che il dottore è qui non ho tossito una volta sola.
— Brava! e non tossirete altro, ve lo garantisco — riprese a dire il dottore, seguendo sempre
quel suo mirabile sistema curativo di non sentenziare in latino, di scrivere brevi ricette e di dare agli infermi suoi una perfetta sicurezza di guarigione —Il petto non è mica impegnato. Niente di grave. Con un po’ di cautela, vi do parola che fra cinque giorni sarete fuori di letto.
— Oh grazie, dottore! — esclamammo ad una voce Emma
ed io.
— Niente, niente. Che merito è il mio? Ringraziate la gioventù che è più forte di tutte le nostre bobe. La gioventù vi fa ammalare, la gioventù vi guarisce —.
E così dicendo, fece per uscire.

Scarica gratis
HTMLHTML + ZIPPDFRTF + ZIPTXT + ZIP

titolo:
Racconti inverisimili di Picche
titolo per ordinamento:
Racconti inverisimili di Picche
autore:
Federigo Verdinois
opera di riferimento:
"Racconti inverisimili di Picche", di Federigo Verdinois; Casa Editrice Artistico-Letteraria; Napoli, 1886
licenza:

data pubblicazione:
8 maggio 2006
opera elenco:
R
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it Alberto Barberi, collaborare@liberliber.it
revisione:
Elena Macciocu, elena_672002@yahoo.it