Dramma in tre atti

Il testo è tratto da una copia in formato immagine presente sul sito The Internet Archive (http://www.archive.org/). Realizzato in collaborazione con il Project Gutenberg (http://www.gutenberg.org/) tramite Distributed proofreaders (http://www.pgdp.net/).

Dall’incipit del libro:

Giorgio,
Vi ricordate come ebbe origine questo dramma?
Uscivamo dal Teatro alla Scala una sera piovosa del novembre scorso. Voi avevate parlato, esaltando la guerra, ad una folla delirante d’entusiasmo per l’Italia e per voi.
Con la mano sul mio braccio, sotto al grigio porticato, vi fermaste. Ancora intorno a noi crepitavano gli applausi.
«Annie Vivanti, volete scrivere un dramma per me?»
Io alzai gli occhi a guardarvi, a guardare il bel volto mobile ed espressivo, e le chiome ricciute, e il fiero portamento dell’alta ed agile persona – tutta la pittoresca bellezza dei vostri ventiquattr’anni, alla quale i grandi occhiali neri aggiungono un fascino speciale e indefinito.
«Sì», dissi subito.
E così nacque nella mia mente la figura di «Giorgio» in questo dramma di guerra.
«Giorgio» siete voi. Le sue parole sono parole che da voi ho udito; l’anima di Giorgio è la sublime anima che è in voi.
Era inteso che voi stesso avreste interpretato la parte del giovane ufficiale che ritorna dalle trincee con gli occhi per sempre chiusi.
Dalle vostre labbra dovevano giungere – con la forza suprema di una sacra e tragica verità – le parole di fede al cuore degli ascoltatori.

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Le bocche inutili
sottotitolo:
Dramma in tre atti
titolo per ordinamento:
bocche inutili (Le)
autore:
opera di riferimento:
Le bocche inutili : dramma in tre atti / Annie Vivanti - Milano : A. Mondadori, stampa 1926 - 191 p. ; 20 cm.
licenza:

data pubblicazione:
12 gennaio 2016
opera elenco:
B
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Distributed proofreaders, http://www.pgdp.net
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
revisione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it