Statuto del regno di Sardegna

////Statuto del regno di Sardegna
Statuto del regno di Sardegna 2016-06-15T15:15:11+00:00

Noto anche come Lo Statuto Albertino, 4 marzo 1848.

Dall’incipit del libro:

Per la grazia di Dio Re di Sardegna, di Cipro e di Gerusalemme, Duca di Savoja, di Genova, di
Monferrato, d’Aosta, ecc. Con lealtà di Re e con affetto di Padre Noi veniamo oggi a compiere quanto avevamo annunziato ai Nostri amatissimi sudditi col Nostro proclama dell’8 dell’ultimo scorso febbraio, con cui abbiamo voluto dimostrare, in mezzo agli eventi straordinarii che circondavano il paese, come la Nostra confidenza in loro crescesse colla gravità delle circostanze, e come prendendo unicamente consiglio dagli impulsi del Nostro cuore fosse ferma Nostra intenzione di conformare le loro sorti alla ragione dei tempi, agli interessi ed alla dignità della
Nazione. Considerando Noi le larghe e forti istituzioni rappresentative contenute nel presente Statuto Fondamentale come un mezzo il piú sicuro di raddoppiare quei vincoli d’indissolubile affetto che stringono all’itala Nostra Corona un Popolo, che tante prove Ci ha dato di fede, d’obbedienza e d’amore, abbiamo determinato di sancirlo e promulgarlo, nella fiducia che Iddio benedirà le pure Nostre intenzioni, e che la Nazione libera, forte e felice si mostrerà sempre piú degna dell’antica fama, e saprà meritarsi un glorioso avvenire.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

Opera:
Statuto del regno di Sardegna
Opera ordinamento:
Statuto del regno di Sardegna
Autore:
Fonte:
Le Costituzioni Italiane a cura di A. Acquarone - M. D'Addio - G. Negri Edizioni di Comunità, Milano, 1958
Cura:
A. Acquarone - M. D'Addio - G. Negri
Licenza:

Data:
5 ottobre 1999
Opera elenco:
S
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Massimo Biagetti, mc5803@mclink.it
Pubblicazione:
Alberto Barberi
Revisione:
Alessandro Levati, plankton@rete039.it