Italo Svevo (alias Ettore Schmitz)Italo Svevo, (vero nome Ettore Schmitz) nacque a Trieste nel 1861.

Il padre era un facoltoso commerciante e cercò di avviare il figlio sulla stessa strada, un mestiere verso il quale il giovane Ettore non provava alcuna simpatia, anche se diverse circostanze della sua vita lo costrinsero in seguito ad esercitarlo.

Italo Svevo (questo il nome d’arte che si scelse, volto ad indicare la propria doppia componente culturale) compì gli studi a Trieste ed in Germania e ben presto scoprì la sua passione per la letteratura, una passione che lo spinse a pubblicare a sue spese i primi romanzi, dai quali ottenne scarso successo.

Queste delusioni e le sue frustrazioni lavorative (fu malvolentieri impiegato di banca), lo trattennero dal pubblicare altre opere finché non ebbe come insegnante d’inglese James Joyce.

L’attenzione di quest’ultimo e quella di Eugenio Montale nei confronti del suo romanzo “La coscienza di Zeno”, fecero sì che, dopo oltre 25 anni dalla sua prima pubblicazione, il successo internazionale arridesse allo scrittore dell’inettitudine e dei fallimenti, i temi privilegiati della letteratura di Svevo.

La componente psicoanalitica delle sue opere si contrapponeva visibilmente tanto al verismo quanto all’estetismo dannunziano ed “il caso Svevo” divenne uno degli argomenti privilegiati dalla critica italiana.

Italo Svevo morì in seguito ad un incidente automobilistico nel 1928.

Note biografiche a cura di Maria Agostinelli.

Elenco opere (click sul titolo per il download gratuito)

  • L'assassinio di Via Belpoggio
  • Una burla riuscita
    Mario Samigli, impiegato con spiccate velleità artistiche e grande lettore e studioso di letteratura è autore di molte favole (per lo più imitazioni dai più grandi autori) e di un romanzo pubblicato quarant'anni prima. In un certo momento della sua vita, però, la situazione cambia grazie all'incontro con un tizio che si presenta come rappresentante di un editore tedesco interessato a pubblicare il romanzo.
  • Una burla riuscita [audiolibro]
  • Commedie
  • Corto viaggio sentimentale
  • La coscienza di Zeno
    L'ultimo e il più famoso romanzo di Svevo, una lunga canzonatura dell'allora nuovissima psico-analisi, ambientato nella Trieste austriaca degli anni immediatamente precedenti la prima guerra mondiale.
  • La coscienza di Zeno [audiolibro]
  • La novella del buon vecchio e della bella fanciulla
  • I racconti
  • Senilità
    Romanzo
    Scritto nel 1898 ha per protagonista un uomo abulico e infelice, incapace di affrontare la realtà e che ad essa costantemente soccombe, ma che al tempo stesso tenta di nascondere a se stesso la propria inettitudine, sognando evasioni, cercando diversivi, giustificazioni e compensi.
  • Senilità [audiolibro]
    Romanzo
    Scritto nel 1898 ha per protagonista un uomo abulico e infelice, incapace di affrontare la realtà e che ad essa costantemente soccombe, ma che al tempo stesso tenta di nascondere a se stesso la propria inettitudine, sognando evasioni, cercando diversivi, giustificazioni e compensi. Attraverso una lucida analisi dei processi dell’inconscio, delle sue canalizzazioni e delle sue mascherature, Svevo smonta l’io del protagonista, rivelando le complesse stratificazioni della psiche umana, la sua fluente instabilità, in cui passato e presente, ricordi e desideri si intrecciano e si condizionano reciprocamente.
  • Una vita
 
autore:
Italo Svevo (alias Ettore Schmitz)
ordinamento:
Svevo, Italo (alias Ettore Schmitz)
elenco:
S