La capanna dello zio Tom

Home/Autori/Autori S/Harriet Beecher Stowe/La capanna dello zio Tom
La capanna dello zio Tom 2016-11-09T12:24:34+00:00

Il libro, che affronta il problema della schiavitù negli Stati Uniti, fu pubblicato nel 1852. Le motivazioni – principalmente il “Fugitive Slave Act” promulgato nel 1850 – che indussero l’autrice a scriverlo sono ampiamente spiegate nell’ultimo capitolo (“Epilogo”).  Il romanzo narra le vicende di Tom, uno schiavo nero, che dopo aver servito nelle dimore di due padroni di buon cuore che lo avevano trattato con umanità e rispetto, facendone un collaboratore fidato, finisce nelle mani di un crudele coltivatore di cotone che ne causa la morte.  Alla vicenda di Tom fanno da cornice gli avvenimenti riguardanti alcuni schiavi che cercano di guadagnare la libertà attraverso la fuga, in particolare i due schiavi mulatti, Giorgio ed Elisa, che con il loro figlioletto riescono a rifugiarsi in Canada e le due schiave Emmelina e Cassy il cui tentativo di fuga ha successo grazie al sacrificio di Tom.

Sinossi a cura di Rosario di Mauro


La capanna dello zio Tom (titolo originale Uncle Tom’s cabin or Life among the lowly) è il famoso romanzo della scrittrice abolizionista statunitense Harriet Beecher Stowe, pubblicato per la prima volta nel 1852. Tema centrale del libro è la condizione degli schiavi africani deportati negli Stati Uniti. Una vasta galleria di personaggi popola questo romanzo in cui si alternano gioie e dolori di una razza ridotta in schiavitù.

Lo zio Tom, a cui si allude nel titolo dell’opera, è uno schiavo nero venduto ad un avido padrone per lavorare in una piantagione di cotone. Costretto a separarsi dalla sua famiglia, Tom, fortemente religioso, sopporta con cristiana rassegnazione tutte le prove a cui la vita lo sottopone in nome del suo credo. Il romanzo è denso di sogni e di grandi ideali, ma anche di ingiustizie, cattiveria ed egoismo. Senso di fratellanza e razzismo si alternano in un libro che racconta le condizioni disumane e il trattamento feroce riservato agli schiavi. Il romanzo promuove una attenta riflessione su ciò che l’uomo è capace di compiere ai danni di un suo simile.

Dall’incipit del libro:

Era una giornata freddissima del mese di febbraio, e nella città di P…, nel Kentucky ad ora già avanzata due gentlemen, seduti col bicchiere in mano in una ricca sala da pranzo, liberi dall’incomoda presenza dei servi, discorrevano con molto calore sopra un argomento di alta importanza.
Abbiamo detto due gentlemen, ma per modo di dire; perché uno di essi, attentamente osservato, a tutto rigore non appariva tale.
Era bassotto e atticciato, aveva lineamenti comuni e grossolani; il suo fare pretenzioso e superbo mostrava l’uomo plebeo che agogna di uscire dalla sua sfera.
Il panciotto vistoso, a vari colori, la cravatta turchina a pallini gialli, sbollante e svolazzante, corrispondevano in modo perfetto alla sua arroganza. Aveva le mani larghe e ruvide, piene di anelli. Portava sopra il panciotto una grossa catena d’oro con un fascio di ciondoli d’ogni colore e di grandi dimensioni, che, nel calore del discorso, era solito agitare con evidente soddisfazione.
Parlava un inglese libero dalle pastoie grammaticali, ed il suo discorso era di quando in quando condito di espressioni tali, che, con tutto il nostro desiderio di essere esatti, non avremmo il coraggio di trascrivere.

Scarica gratis
ePubODTPDFePub Yeeridavedi audiolibro

Opera:
La capanna dello zio Tom
Opera ordinamento:
capanna dello zio Tom (La)
Descrizione breve:
Il romanzo narra le vicende di Tom, uno schiavo nero, che dopo aver servito nelle dimore di due padroni di buon cuore che lo avevano trattato con umanità e rispetto, facendone un collaboratore fidato, finisce nelle mani di un crudele coltivatore di cotone che ne causa la morte.
Autore:
Fonte:
La capanna dello zio Tom / Enrichetta Beecher Stowe. Firenze: Salani, 1930. – 374 p.; 21 cm.
Copertina:
[elaborazione da] "Uncle Tom", John Player & Sons (Publisher) - George Arents Collection. - http://digitalcollections.nypl.org/items/510d47de-78f4-a3d9-e040-e00a18064a99. - Pubblico Dominio.
Licenza:
Creative Commons "Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale", http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Data:
11 ottobre 2016
Opera elenco:
C
Soggetto BISAC:
FICTION PER RAGAZZI / Classici
ISBN:
9788897314042
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Giulio Cecchini
Rosario Di Mauro
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Impaginazione epub:
Rosario Di Mauro
Pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Ugo Santamaria
Revisione:
Silvia Cecchini, silviacecchini@yahoo.it
Marco Totolo (ePub)
Ugo Santamaria