Dall’incipit del libro:

È più di un quarto di secolo — e non canzono — che scrissi in varii periodici sull’amicizia di Dante col poeta ebreo Immanuele Romano, e quelle note e quelle, dirò così, rivelazioni hanno avuto non è guari una debole eco nelle parole che il Del Balzo ha pubblicato a pag. 309, 315, 3161 del suo bel lavoro sul sommo poeta di cui gli amanti della letteratura italiana, specie i puri dantofili, debbono serbargli gratitudine.
Quelle note che in un libro di tant’importanza accennano ai miei lavori di circa sei lustri fa, — chi lo direbbe? — hanno risvegliato in me, non più giovine, e assorto in mille e diverse occupazioni che dalla italiana letteratura mi distolgono con grande mio rincrescimento, hanno risvegliato in me (i toscani a queste ripetizioni ci son avvezzi) il prurito di trattare diffusamente di questa benedetta amicizia tra due grandi poeti, di religione diversa, che vivevano sei secoli fa e che possono dare una bella e meritata lezione a quegli antisemiti da strapazzo che crescono come i funghi, lontani per fortuna dalla nostra cara Italia.

Il testo è tratto da una copia in formato immagine presente sul sito “Digitale Sammlungen Frankfurt am Main – Digitale Sammlungen” (http://sammlungen.ub.uni-frankfurt.de/932199). Realizzato in collaborazione con il Project Gutenberg (http://www.gutenberg.org/) tramite Distributed proofreaders (http://www.pgdp.net/).

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Dante e gli ebrei
titolo per ordinamento:
Dante e gli ebrei
autore:
opera di riferimento:
Dante e gli ebrei : studio / di Flaminio Servi - Casale Monferrato : Tip. G. Pane, 1893 - 23 p. ; 21 cm.
licenza:

data pubblicazione:
24 novembre 2014
opera elenco:
D
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
revisione:
Enrico Segre and the Online Distributed Proofreading Team at http://www.pgdp.net.