Dall’incipit del libro:

SAVERIO : Jamme, jamme. Avimmo mettere na tavola principesc a! Sangue de Bacco, è stata proprio na fortuna pe me: lo nuovo sinnaco m’ ha fatto sapé che stammatina vene a visità la trattoria mia. Naturalmente a me me convi ene de farle trovà na colazione scicca! (Osservando la tavola : ) Che so’ sti posate? Cheste so’ posate de stagno!
CARMENIELLO : E quale aggio piglià?
SAVERIO : Chelle d’argiento, animale! (Carmeniello esce e torna con le posate d’argento.) Mò, si non me stevo attiento, lo sinnaco trovava le posate de stagno!
CARMENIELLO : E co sto panaro de fiori ch’aggia fà?
SAVERIO : Tu ti devi mettere areto a chella fenesta, nascos to dietro lo parapetto, e aspiette. Quanno io dico: «Signò, guardate lo cielo che ve mena!», tu pigli e butti i fiori ncapo a lo sinnaco.
CARMENIELLO : Va bene, aggio capito.
SAVERIO : Tiene a mente, quando io dico: «Signò, guardate l o cielo che ve mena!».
CARMENIELLO : Va bene.
SAVERIO : Tu t’avisse distrarre? P’ammore de lo cielo!

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

titolo:
Tutto il teatro. Volume terzo
titolo per ordinamento:
Tutto il teatro. Volume terzo
autore:
opera di riferimento:
"Tutto il teatro", di Eduardo Scarpetta Casa editrice Newton, collana Grandi tascabili economici, 1992.
licenza:

data pubblicazione:
18 ottobre 2002
opera elenco:
T
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Umberto Galerati, umb_56@tin.it
pubblicazione:
Marco Calvo, http://www.mclink.it/personal/MC3363/
revisione:
Alfredo Scapato, alfredoscarpato@libero.it