L’Orco

L’Orco 2017-03-01T15:40:20+00:00

Dall’incipit del libro:

O fanciulle, o fanciulle, o stregherelle,
perchè io son vecchio, e voi perchè sì belle?
Quando ero giovinetto, e aveva i denti,
bizzarro l’occhio e cupo,
le belle ragazze — fuggìano guai pazze
e gridavan furenti:
«O mamma, o mamma, chè passa il lupo».
O fanciulle, o fanciulle, o stregherelle,
il vecchio lupo ora cangiò di pelle;
e perciò mi ridete, mi spingete.
Oh poveretto vecchio!
Voi belle ragazze — mi fate le pazze,
e una storia chiedete
che vi stuzzichi, e stuzzichi l’orecchio.
O fanciulle, o fanciulle, o stregherelle,
abbasso, abbasso alle manine belle.
Non mi toccate, chè mi fate male.
Son vecchio legno, ed ardo e mi consumo
senza però dar fumo.
Misera condizion d’ogni mortale!
Iddio — dice un bel motto —
a chi denti non ha manda il biscotto.
«Il corpo è languido,
ma vivo è il core:
ho molto spirito,
so far l’amore».
Così ad Amore che fuggiva, un vecchio,
un vecchio come me.
Amor fermossi, gli tirò l’orecchio,
e disse: «Oh tristo te!».
«Tutte le femine,
so giudicarne,
odian lo spirito,
aman la carne».
Ora o spirito, o carne che si sia,
o donne, udite orsù la storia mia.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

Opera:
L'Orco
Opera ordinamento:
Orco (L')
Autore:
Fonte:
"L'Orco, Leggenda di un vecchio", di Vincenzo Padula; a cura di Attilio Marinari; Carlo M. Padula editore; Roma, 1975
Cura:
Attilio Marinari
Licenza:
Creative Commons "Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale", http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Data:
31 agosto 2006
Opera elenco:
O
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Ferdinando Chiodo, f.chiodo@tiscali.it
Pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Alberto Barberi, collaborare@liberliber.it
Revisione:
Alex (5630), meadam@tin.it