Il Monastero di Sambucina

////Il Monastero di Sambucina
Il Monastero di Sambucina2017-03-01T15:31:11+00:00
Novella calabrese

Dall’incipit del libro:

O agresti solitudini, o pinete,
O monti della Sila cosentina,
Che l’estrema reliquia possedete
Del Monastero della Sambucina,
Col rumor della caccia altri le quete
Ombre vostre profani, e l’eco alpina;
Giovine io sono di piú mite ingegno,
Amo le Muse, e a meditar quì vegno.
A meditar sui rovi, e sull’ortica,
Sull’edera tortuosa, onde ammantate
Sono le mura della casa antica
Un tempo dalle Vergini abitate,
Che vi lasciâr partendo un’aura amica
Un raggio delle lor forme beate
Di lor sen, di lor vesti una fragranza
Un suono qual di voci in lontananza.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

Opera:
Il Monastero di Sambucina
Sottotitolo:
Novella calabrese
Opera ordinamento:
Monastero di Sambucina (Il)
Autore:
Fonte:
"Il Monastero di Sambucina, novella calabrese" di Vincenzo Padula; a cura di Stanislao de Chiara; Stabilimento Tipografico F. Bevilacqua; Nicastro, 1914
Cura:
Stanisleo de Chiara
Licenza:

Data:
26 gennaio 2004
Opera elenco:
M
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Ferdinando Chiodo, f.chiodo@tiscalinet.it
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Alberto Barberi, barberi.a@e-text.it
Revisione:
Elena Macciocu, elena_672002@yahoo.it
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui a utilizzare questo sito, assumiamo che tu ne sia felice. OK