Dall’incipit del libro:

S’erano avvicinati per quel fascino simpatico il quale non ha spiegazione che nella probabilità di leggi oscure da cui sono regolati tutti i movimenti dell’universo.
La giovinetta che coglieva fragole e lamponi avvolgendosi tra il verde della boscaglia tutto illuminato dagli occhi d’oro del sole e dal traforo azzurro dei rami e delle frasche, aveva visto il pittore curvo sul suo lavoro e gli s’era messa alle spalle, in silenzio. 
Poi il cuore aveva traboccato dai labbri.
Dopo un’ora già erano amici e scuoprivano. con lieto stupore, la meravigliosa identità delle loro vedute, del reciproco senso della vita e di quell’arte che l’avviva e la rende sopportabile, piacevole, bella, alle creature elette a cui la bontà viene largita, come un dono conseguente e necessario, dalla gioia.
L’intuizione d’un colore, il raffronto tra esso colore e una nota musicale ridestava in entrambi la medesima esplosione di felicità. Ne seguì un colloquio immediato e strano di cui il significato sarebbe stato, certamente, incomprensibie ai profani, come ai primi esploratori il linguaggio gutturale degli indigeni di Tomboctù.

Il testo è tratto da una copia in formato immagine presente sul sito della Biblioteca Nazionale Braidense (http://www.braidense.it/).
Realizzato in collaborazione con il Project Gutenberg (http://www.gutenberg.org/) tramite Distributed Proofreaders Europe (http://dp.rastko.net/).

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIPvai all'audiolibro

titolo:
Novelle agrodolci
titolo per ordinamento:
Novelle agrodolci
autore:
opera di riferimento:
Novelle agrodolci / Ferdinando Paolieri - Milano : Treves, 1925 - 242 p. ; 20 cm.
licenza:

data pubblicazione:
24 febbraio 2009
opera elenco:
N
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Distributed proofreaders Europe, http://dp.rastko.net/
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
revisione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it