Ritratti di donne

Dall’incipit del libro:

Di che colore erano gli occhi della Cacciatora? Non riesco, per quanto mi ci sforzi, a ricordarmene.
Forse, azzurri. Forse, grigi. Piccoli, certo, e vaghi: non mai risolutamente fermi su una persona o una cosa: tanto da far pensare come mai ella potesse avere, cacciando, cosí giusta mira.
Altro, di quegli occhi, non so piú; mentre invece, dopo tant’anni, ho vivissima nella memoria la figura di lei. Sembrava alta, piú che non fosse in realtà: era larga di spalle e di torace, forte nei fianchi e nelle gambe, ben presa nel costume maschile di velluto a coste color verde bottiglia o marrone scuro, e sotto il cappellaccio di feltro a larghe tese. Sempre in stivaloni: il fucile ad armacollo lo portava per abitudine, anche quando non andava a caccia, ma semplicemente a passeggio per la campagna.
In quell’arnese, il suo volto era il volto d’una vera donna: roseo, pienotto, di linee regolari, ma non molto accentuate. Piccoli denti d’un bianco fragile, quasi azzurro, mostrava nel sorriso, che però si fermava sempre a mezzo, lasciando ignorare parte della dentatura e dell’anima: sorriso di persona che deve nascondere, o difendere, di sé, qualche cosa.
Può darsi che si chiamasse, o, meglio, si facesse chiamare Eddie: Eddie senz’altro. Ma può anche darsi che il suo vero nome io l’abbia, attraverso il tempo, dimenticato, come ho dimenticato il colore de’ suoi occhi. Del resto, che importa? Eddie: va benissimo.

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Sorelle
sottotitolo:
Ritratti di donne
titolo per ordinamento:
Sorelle
autore:
opera di riferimento:
Sorelle : ritratti di donne / Ada Negri. - Milano : A. Mondadori, 1944. - 278 p. ; 20 cm.
licenza:

data pubblicazione:
26 luglio 2016
opera elenco:
S
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it