Il trionfo di Clelia

Il trionfo di Clelia2018-02-22T12:10:19+00:00

Dall’incipit del libro:

CLEL. Come! Oh ardir temerario! (esce Tarquinio, e Clelia si alza) E chi ne’ miei
Reconditi soggiorni a te permette
D’inoltrarti, o Tarquinio?
TARQ. Un breve istante… (con sommessione affettata)
CLEL. Ogn’istante è un oltraggio.
Parti.
TARQ. Ascoltami solo.
CLEL. Il chiedi in vano.
Qui nel campo toscano
Clelia è ostaggio, e non serva; onde, se nulla
Ti cal della mia gloria, almen rispetta
La ragion delle genti.
TARQ. E in che l’offendo?
CLEL. Orribile a tal segno
De’ Tarquinii la fama a noi s’è resa,
Che sol la lor presenza è grande offesa.
Parti. (siede)
TARQ. Ah, Sesto io non son!
CLEL. Sei dell’istessa
Velenosa radice
Tralcio sospetto.
TARQ. Assai diverso. Io t’offro
Non solo il cor d’amante,
Ma di consorte ancor la destra.
CLEL. Ignori
Forse che Orazio ha la mia fede in pegno?
Per voi dunque a tal segno
È volgar debolezza
Ogni sacro dover?

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

Opera:
Il trionfo di Clelia
Opera ordinamento:
trionfo di Clelia (Il)
Autore:
Fonte:
"Tutte le opere" di Pietro Metastasio; volume 1; collezione: I classici Mondadori; a cura di Bruno Brunelli; A. Mondadori Editore; Milano, 1954
Cura:
Bruno Brunelli
Licenza:

Data:
26 ottobre 2003
Opera elenco:
T
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Alberto Barberi, barberi.a@e-text.it
Revisione:
Vittorio Bertolini, vittoriobertolini@inwind.it
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui a utilizzare questo sito, assumiamo che tu ne sia felice. OK