Tragedia satirica in quattro atti, in prosa

Dall’incipit del libro:

SANTA PUTREDINE.
Gran fantasma spiràlico di bruma azzurrognola, la cui faccia camusa rosseggia, di giorno, come un sole al tramonto, e inverdisce la notte, apparendo tenue e lustreggiante come la faccia della luna riflessa da uno stagno. Le sue smisurate braccia, floscie, simili a sciarpe di fumo, accarezzano gli orizzonti.
RE BALDORIA.
Un enorme naso bitorzoluto lo annuncia di lontano. Un ciuffo di capelli biondicci infarinati gli folleggia in mezzo alla fronte; due pesanti anelli d’oro gli stirano le muscose orecchie; due fedine di stoppa sembrano allargare le sue guancie paffute e rubiconde. – Gli oscilla sull’occipite un berretto di velluto color cioccolatta, simile per la forma a un budino, con una spica di frumento a guisa di piuma.
Il suo giustacuore di velluto color crema è teso dall’abbondanza della pancia enorme, che gli opprime le coscie, le quali sono inguainate in una maglia color sangue di bue. – Cammina penosamente, come sui carboni ardenti, posando con angoscia i larghi piedi, che gli dolgono sempre, nonostante l’ampiezza dei calzari – Al suo fianco sinistro, tintinna La Succulenta, lunga spada d’oro la cui estremità s’allarga in forma di cucchiaio. Egli brandisce una forchetta d’oro tempestata di gemme (insegna della suprema potestà), e tien sempre appeso sotto al mento un tovagliolo a ricami d’oro.

Scarica gratis
ODTPDFvai a Yeerida

titolo:
Re Baldoria
sottotitolo:
Tragedia satirica in quattro atti, in prosa
titolo per ordinamento:
Re Baldoria
autore:
opera di riferimento:
Re Baldoria : tragedia satirica in quattro atti, in prosa / F. T. Marinetti. - Milano : Fratelli Treves, stampa 1920. - 268 p. ; 19 cm.
licenza:

data pubblicazione:
28 luglio 2015
opera elenco:
R
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Paolo Oliva, paulinduliva@yahoo.it