Sul Romanticismo

Sul Romanticismo2017-06-20T10:59:59+00:00
Lettera al marchese Cesare D’Azeglio

Dall’incipit del libro:

Ma in quel troppo indulgente giudizio de’ miei pochi e piccoli lavori drammatici, Ella ha anche lasciato trasparire un’opinione poco favorevole, o almeno un presagio di poca durata, al sistema di poesia, secondo il quale quei lavori sono concepiti. Cos’ha mai fatto? Con due righe di modesta dubitazione se n’è tirate addosso Dio sa quante, Dio sa quante pagine, di cicalamento affermativo. Nella sua gentilissima lettera Ella ha parlato d’una causa, per la quale io tengo, d’una parte, che seguo; e questa parte è quel sistema letterario, a cui fu dato il nome di romantico.Ma questa parola è applicata a così vari sensi, ch’io provo un vero bisogno d’esporle, o d’accennarle almeno quello ch’io c’intendo, perché troppo m’importa il di Lei giudizio. Oltre la condizione comune a tutti i vocaboli destinati a rappresentare un complesso d’idee e di giudizi, quella, cioè, d’essere intesi più o meno diversamente dalle diverse persone, questo povero romanticismo ha anche de’ significati espressamente distinti, in Francia, in Germania, in Inghilterra.

Scarica gratis
ODTPDFvai a Yeerida

titolo:
Sul Romanticismo
sottotitolo:
Lettera al marchese Cesare D’Azeglio
titolo per ordinamento:
Sul Romanticismo
autore:
opera di riferimento:
Scritti di teoria letteraria / Alessandro Manzoni ; note e traduzioni a cura di Adelaide Sozzi Casanova ; introduzione di Cesare Segre. - 3. ed. - Milano : Biblioteca universale Rizzoli, 1997. - 340 p. ; 18 cm. - (BUR. L ; 342)
licenza:

data pubblicazione:
12 giugno 2013
opera elenco:
S
ISBN opera di riferimento:
88-17-12342-0
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Giuseppe Prof. Bonghi, bonghi@whale.fausernet.novara.it
Catia Righi, catia_righi@tin.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Paolo Oliva, paulinduliva@yahoo.it
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui a utilizzare questo sito, assumiamo che tu ne sia felice. OK