Lucianus (Luciano di Samosata)Lucianus (Luciano di Samosata), scrittore greco di origine siriana, nacque intorno al 120 d. C da famiglia modesta. Dopo aver fatto per breve tempo pratica di scultura presso lo zio, si dedicò allo studio della retorica apprendendo molto bene la lingua greca, soprattutto l’attico, e allargando la propria cultura con ampie e approfondite letture.

Si dedicò all’attività di avvocato – probabilmente in Antiochia – e poi di conferenziere, secondo la seconda scuola sofistica; per questo viaggiò moltissimo e ottenne dovunque successi. Visitò l’Asia Minore, la Grecia, l’Italia e la Gallia dove svolse funzioni pubbliche ben remunerate.

Verso i quarant’anni, probabilmente influenzato dall’incontro con il filosofo neoplatonico Nigrino, lasciò la retorica per dedicarsi alla filosofia.

Ebbe in età matura – probabilmente tra il 171 e 175 d. C. – l’incarico di funzionario imperiale in Egitto, ma in seguito ritornò all’attività di conferenziere.

Morì certamente dopo il 180, in quanto in un suo scritto viene citata la divinazione postuma di Marco Aurelio, avvenuta proprio in quell’anno.

Tra le 80 opere pervenute una quindicina sono certamente spurie.

Al momento sofistico appartengono esercitazioni retoriche, conferenze epidittiche e soprattutto prolalie, cioè prefazioni a scritti di retorica, dalle quali già emerge il tono scanzonato ed elegantemente ironico con cui si mettono in discussione luoghi comuni e si denunciano amabilmente vizi ed ipocrisie della società; è già presente in modo preponderante un controllo accurato ed aristocratico della scrittura secondo i dettami dell’atticismo, che Luciano fa rinascere a nuova vita.

Con l’abbandono della retorica, la sua attività si orienta verso la produzione di dialoghi filosofici (talvolta contaminati con la commedia come in L’accusato due volte) e il recupero delle diatribe menippee, con la loro mistione di prosa e versi. Di questo periodo sono i dialoghi Timone, Menippo, Caronte, I dialoghi dei morti, Il traghetto, Il sogno, Icaromenippo, Il naviglio, I saturnali. Inoltre contro i filosofi e gli accademici: La vendita delle vite all’incanto, Il pescatore, Ermotimo, L’eunuco, L’amante delle menzogne, I fuggitivi, Il Simposio, Il Nigrino. Quest’ultimo, dialogo decisamente particolare, racconta il suo incontro romano con il filosofo neoplatonico Nigrino, ma segna anche la sua accesa polemica contro Roma.

Un altro gruppo di dialoghi mette in ridicolo la religione, tutti i suoi riti e le superstizioni; tra questi i 26 Dialoghi sugli dèi e i 15 Dialoghi degli dèi marini, Prometeo, Zeus confutato, Zeustragedo, Il concilio degli dèi. Analogamente si mettono in discussione consuetudini, mistificazioni e stregonerie del tempo: Sui sacrifici, Sul lutto, e il già citato L’amante delle menzogne.

Il tema dell’amore nelle varie sfaccettature viene affrontato nei 15 Dialoghi delle cortigiane, mentre un posto a parte merita Tossari, dialogo che consacra la solidarietà umana e l’amicizia, e difende il valore dei “barbari” sciti contro i “civilissimi” greci. Tema analogo è sviluppato nel dialogo Anacarsi (che contrappone all’esaltazione fatta da Solone della brutalità di alcune gare atletiche, valori più alti, come la difesa della patria e di amici e parenti oltraggiati).

Un altro gruppo di opere è composto sotto forma di epistolario: Alessandro, Sugli stipendiati, L’apologia, Come si deve scrivere la storia.

Rimanenti opere sono: Colloquio con Esiodo, Vita di Demonatte, Contro un ignorante checomprava molti libri, Pseudologista, e i due libri della Vera storia, una caricatura dei romanzi d’avventura.

Bibliografia

  • Ediz. A cura di C. JACOBITZ, Lucani Samosatensis opera, I-IV., Lipsia, 1834-41 (con lessico).
  • Ediz. A cura di M. D. MACLEOD, Luciani opera, I-III, Oxford 1972-80.
  • R. HELM, Lukian und Menipp, Lipsia, 1906.
  • A. PERETTI, Luciano un intellettuale greco contro Roma, Firenze, 1946.
  • J. BOMPAIRE, Lucien écrivain. Imitation et création, Parigi, 1958.
  • H. D. Betz, Lukian von Samosata und das Neuen Testament, Berlino, 1961.
  • J. SCHWART, Biographie de Lucien de Samosate, Bruxelles-Berchem, 1965.
  • C. ROBINSON, Lucian and His Influence in Europe, Londra, 1978.
  • E. MATTIOLI, Luciano e l’umanesimo, Napoli, 1980.

Note biografiche a cura di Valentina Carroccio e Paolo Alberti.

Elenco opere (click sul titolo per il download gratuito)

 
autore:
Lucianus (Luciano di Samosata)
ordinamento:
Lucianus (Luciano di Samosata)
elenco:
L