La moscheide overo Domiziano il moschicida

////La moscheide overo Domiziano il moschicida
La moscheide overo Domiziano il moschicida2017-06-28T18:17:26+00:00

Dall’incipit del libro:

Canto le strane guerre e memorande
Che della gran Moscovia al nobil regno
Mosse a’ dì suoi Domizïano il grande
Sol per cagione d’un amoroso sdegno;
E s’il desio che l’ali audace spande,
Giunger potrà di sì grand’opra al segno,
Spero con le mie penne illustre e solo,
A par di voi ch’io canto, alzarmi a volo.

Grilli, voi che con chiari acuti accenti
L’aria addolcite ai più cocenti ardori,
E trattenete ad ascoltarvi intenti
Satiri, semidei, ninfe e pastori,
Date forza al mio stil, sì ch’io rammenti,
Fra così degne imprese, i vostri onori:
Siete voi le mie Muse, e da voi intanto
Chieggio, a soggetto tal, conforme il canto.

Ne la città fra le città sublime,
Che del gran Tebro siede in su le sponde
E sempre fu maggior che l’altre prime,
Quanto il ciel che le stelle, il mar che l’onde,
Viveasi Olinda, in cui natura imprime
Rara beltà fra trecce aurate e bionde,
Che detto avresti: — Indomita è ben Roma,
Ma sol costei la signoreggia e doma.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

titolo:
La moscheide overo Domiziano il moschicida
titolo per ordinamento:
moscheide overo Domiziano il moschicida (La)
autore:
opera di riferimento:
La moscheide e la franceide, Introduzione e note di Giuseppe Rua Collezione di classici italiani con note U.T.E.T., XXVIII, 268 p, Torino, 1927
cura:
Giuseppe Rua
licenza:

data pubblicazione:
8 gennaio 2001
opera elenco:
M
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Andrea Partiti, andrea.partiti@libero.it
pubblicazione:
Maria Mataluno, m.mataluno@mclink.it
revisione:
Guido Partiti, guido.partiti@libero.it
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui a utilizzare questo sito, assumiamo che tu ne sia felice. OK