Memorie

Queste Memorie della mia vita, ricavate principalmente dallo Zibaldone, dai manoscritti della Biblioteca Nazionale di Napoli e dall’Epistolario – risaltano e inquietano come un’ideale autobiografia poetica, aggregata secondo sue precise disposizioni. Ma è anche, e soprattutto, la Storia di un’anima, titolo con cui lo stesso Leopardi concepì e progettò un serrato, psicologico romanzo interiore, nella persona di tal Giulio Rivalta: recitato, letterario e goffo alter ego dell’autore de “L’infinito”. Nasce così un nuovo, estroso volume, che però rispetta una precisa disposizione leopardiana, e “consente il modo di raccogliere” – come rileva Francesco Flora, suo primo, affettuoso curatore nel 1949 – “alcune tra le più calamitanti pagine del poeta”.

Sinossi tratta dall’introduzione a cura di Plinio Perilli

Si ringrazia la Carlo Mancuso Editore per avere concesso il testo e l’autorizzazione a pubblicarlo.

Dall’incipit del libro:

Incomincio a scrivere la mia Vita innanzi di sapere se io farò mai cosa alcuna per la quale debbano gli uomini desiderare di aver notizia dell’essere, dei costumi e dei casi miei. Anzi, al contrario di quello che io aveva creduto sempre per lo passato, tengo oramai per fermo di non avere a lasciar di me in sulla terra alcun vestigio durevole. E per questo medesimo mi risolvo ora di por mano a descrivere la mia vita, perché quantunque in età di ventisette anni, e però giovane di corpo, mi avveggo nondimeno che l’animo mio, consumata già, non solo la giovanezza, ma eziandio la virilità, è scorso anche molto avanti nella vecchiaia, dalla quale non essendo possibile tornare indietro, stimo che la mia vita si possa ragionevolmente dire quasi compiuta, non mancando altro a compierla che la morte, la quale, o vicina o lontana che ella mi sia, certo, per quel che appartiene all’animo, non mi troverà mutato in cosa alcuna da quello che io sono al presente. Intitolo questo mio scritto, istoria di un’anima, perché non intendo narrare se non se i casi del mio spirito, e anche non ho al mio racconto altra materia, perocché nella mia vita niun rivolgimento di fortuna ho sperimentato fin qui, e niuno accidente estrinseco diverso dall’ordinario né degno per sé di menzione.

Scegli una edizione a pagamento per aiutarci
url ePub Amazon (prezzo A)url ePub iTunes (prezzo A)
Scarica gratis
ePubODTPDF

titolo:
Storia di un'anima
sottotitolo:
Memorie
titolo per ordinamento:
Storia di un'anima
descrizione breve:
Queste Memorie della mia vita, ricavate principalmente dallo Zibaldone, dai manoscritti della Biblioteca Nazionale di Napoli e dall’Epistolario - risaltano e inquietano come un’ideale autobiografia poetica, aggregata secondo sue precise disposizioni. Ma è anche, e soprattutto, la Storia di un’anima, titolo con cui lo stesso Leopardi concepì e progettò un serrato, psicologico romanzo interiore, nella persona di tal Giulio Rivalta: recitato, letterario e goffo alter ego dell’autore de “L’infinito”. Nasce così un nuovo, estroso volume, che però rispetta una precisa disposizione leopardiana, e “consente il modo di raccogliere” - come rileva Francesco Flora, suo primo, affettuoso curatore nel 1949 - “alcune tra le più calamitanti pagine del poeta”.
autore:
opera di riferimento:
Storia di un'anima : memorie. - di Giacomo Leopardi; a cura di Plinio Perilli; collezione "Lo scrigno", 13; Carlo Mancosu Editore; Roma, 1993
copertina:
[elaborazione da] "A Philosopher in a Moonlit Churchyard (1790)" di Philip James de Loutherbourg (1740–1812). - Yale Center for British Art, New Haven, Connecticut. - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Philippe-Jacques_de_Loutherbourg_-_A_Philosopher_in_a_Moonlit_Churchyard.jpg. - Pubblico dominio.
cura:
Plinio Perilli
licenza:

data pubblicazione:
3 aprile 2006
opera elenco:
S
ISBN:
9788828102182
descrittore Dewey:
Poesia italiana (1814-1859)
Narrativa italiana (1814-1859)
soggetto BISAC:
BIOGRAFIA E AUTOBIOGRAFIA / Generale
FICTION / Romantico / Generale
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Carlo Mancuso Editore, mancosueditore@mancosueditore.it
Antonio Di Giorgio, hippolito@interfree.it
impaginazione ePub:
Leonardo Pesatori
Ugo Santamaria (revisione ePub)
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Antonio Di Giorgio, hippolito@interfree.it
Ugo Santamaria