Pietro Gibellini

///Pietro Gibellini
Pietro Gibellini2017-09-14T10:56:48+00:00

Pietro GibelliniNato a Pralboino (Brescia) il 16 maggio 1945, è docente di Letteratura italiana all’Università “Ca’ Foscari” di Venezia, Dipartimento di Italianistica.

Conseguita la maturità classica a Brescia, si iscrive alla facoltà di Lettere dell’università di Pavia, dov’è alunno e poi perfezionando nel collegio Ghislieri. Si laurea nel 1968 in Letteratura italiana discutendo con Dante Isella una tesi su Giuseppe Gioachino Belli. Vince il concorso a cattedra nelle scuole superiori, dove insegna alcuni anni. È borsista, contrattista e, dal 1974, ricercatore confermato all’universit à di Pavia.

Per due semestri è chargé de cours per l’insegnamento di Letteratura italiana moderna all’università di Ginevra (1983-84). Nel 1986 vince il concorso a cattedra di professore di Letteratura italiana (prima fascia), e viene chiamato dall’università dell’Aquila, dove insegna alla Facoltà di Magistero dal 1987 al 1990, quando passa all’università di Trieste, pure nella Facoltà di Magistero, dove tiene anche supplenze di Storia della letteratura italiana moderna e contemporanea, e di Letteratura per l’infanzia, e fonda il Laboratorio per la didattica della letteratura italiana. Nella Facoltà di Lettere della stessa università, gli viene affidato l’insegnamento di Filologia italiana. Nel 1996 è chiamato sulla cattedra di Letteratura italiana contemporanea della facoltà di Lettere dell’università “Ca’ Foscari” di Venezia, dove nel 2000 ritorna sulla cattedra di Letteratura italiana. Dal 1999 tiene l’insegnamento di Teoria dell’educazione letteraria per la SSIS veneziana.

Coordina progetti di ricerca MIUR di interesse nazionale e CNR interateneo. È membro dei Comitati scientifici per l’Edizione nazionale delle opere di Giuseppe Parini, Giovita Scalvini, Giuseppe Gioachino Belli, Antonio Fogazzaro e Gabriele d’Annunzio. Condirige la collana «Culture regionali d’Italia» dell’editore Bulzoni. Fa parte dei comitati scientifici delle riviste «Diverse lingue», «Humanitas», «Critica letteraria» e «Rivista di letteratura italiana». Ha condiretto la collana di «Letteratura delle regioni d’Italia» dell’editrice La Scuola (21 volumi).

Dal 1973 al 1989, ha collaborato a vario titolo con la Fondazione “Il Vittoriale degli Italiani”, e ha dirietto la serie garzantina dei «Quaderni Dannunziani» (1987-89). È membro del comitato scientifico del Centro nazionale studi dannunziani di Pescara e del Centro studi G. G. Belli di Roma. È socio odinario dell’Accademia dell’Arcadia, dell’Ateneo di Brescia e dell’Ateneo Veneto. Nel 1996 gli sono stati conferiti il Premio “D’Annunzio” per gli studi dannunziani e il premio “Moretti” per la filologia.

Le sue ricerche, che sull’iniziale impostazione filologica hanno innestato metodi interpretativi e storico-critici, hanno avuto per oggetto l’intero arco cronologico della letteratura italiana ma hanno privilegiato l’Otto-Novecento. I nuclei su cui si è concentrato sono la letteratura lombarda da Parini a Gadda (L’Adda ha buona voce, Bulzoni 1984; La parabola di Renzo e Lucia, Morcelliana 1994; Novecento letterario nella Storia di Milano della Treccani, 1996) e la letteratura dialettale, specialmente Belli (Edizione delle varianti, SFI 1973; La Bibbia del Belli, Adelphi 1974; Il coltello e la corona, Bulzoni 1979; I panni in Tevere, ivi 1989; commento ai Sonetti, Garzanti 1991).

I suoi lavori più cospicui riguardano D’Annunzio, del quale ha pubblicato parecchi inediti, ha procurato l’edizione critica di Alcyone (Edizione Nazionale-Mondadori 1988), introdotto e/o commentato varie opere presso Mondadori (Terra vergine, Fedra, Libro segreto, Vita di Cola di Rienzo), Einaudi (Versi d’amore, Alcione), Garzanti, Electa, Giunti, e cui ha dedicato due volumi saggistici (Logos e mythos, Olschki 1985 e D’Annunzio dal gesto al testo, Mursia 1995). Si è occupato anche di altri autori novecenteschi (Tozzi, Gadda, Vigolo ecc.) e ha curato il primo commento integrale alle Novelle per un anno di Pirandello. Da qualche anno studia le presenza del mito classico nella letteratura italiana moderna (Mito e letteratura dall’Arcadia al Romanticismo, Arcadia 1993; La mitologia classica nella letteratura italiana moderna, “Humanitas” 1996; Il mito nella letteratura italiana del Novecento, ivi 1999; Il calamaio di Dioniso , Garzanti, 2001).

Elenco opere (click sul titolo per il download gratuito)

 
autore:
Pietro Gibellini
ordinamento:
Gibellini, Pietro
elenco:
G
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui a utilizzare questo sito, assumiamo che tu ne sia felice. OK