Sonetti romagnoli2016-04-09T20:33:46+00:00

Dall’incipit del libro:

S’aví pazenzia d’ lezer ste librett
E ch’a sbrucheva i virs in rumagnol
A i truvarí zinquanta e piò sunett
Ch’av gudrí ch’a farí dal scapariol.

Tott quant al ser prema d’andem a lett
Par fev di virs ch’ v’andess propri a fasol
A tuleva vi l’oli da un fiaschett
e i virs i’avneva fura da e’ pipiol.

Adess che i fiasch a mi so dbu tott quent
A dag la mola a i virs ch’i vola vi
E ch’i s’aferma indov ch’ui porta e’ vent.

Caso mai pu vuietar ch’a lizí
A n’atruvessuv d’ qui ch’iv liga i dent
La colpa l’è la vostra nó la mi.

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Sonetti romagnoli
titolo per ordinamento:
Sonetti romagnoli
autore:
opera di riferimento:
Sonetti romagnoli / Olindo Guerrini. - Bologna : Zanichelli, 1967. – XXXVIII, 264 p. ; 19 cm.
licenza:

data pubblicazione:
13 giugno 2011
opera elenco:
S
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui a utilizzare questo sito, assumiamo che tu ne sia felice. OK