Romanzo marinaresco

Pubblicato nel 1908, il romanzo Maria risorta nasce da uno studio minuzioso e appassionato della vita dei pescatori dell’Adriatico.

“La Maria risorta filava docile, con il trinchetto e la maestra gonfie per un buon maestrale, sopra un mare turchino e tutto leggermente ondulato che si stendeva a perdita d’occhio, senz’altro rumore che uno sciaguattar lieve contro i fianchi robusti e il cigolio sordo delle scotte nei ghindazzi. Il sole, sorto da poco, segnava una lunga striscia tremolante, come una strada interminabile per giungere a quel cielo, laggiú, dove pareva unirsi con l’acqua. A bordo erano dieci, tutti sotto la quarantina, salvo uno: Bastón, che passava i sessanta. Ed era il solo del vecchio equipaggio del Buon padre; perché Salvatore aveva voluto tutta gente nuova, come la sua paranza, e se li era scelti proprio nel mazzo, tra i piú arditi ed esperti.”

Dall’incipit del libro:

Con le maniche rimboccate sopra i gomiti, impiastricciata di farina intrisa fino ai polsi, Assunta spianava la pasta, e ogni tanto saettava un’occhiataccia di traverso al marito, che, in un angolo del focolare, se la fumava ad occhi socchiusi, sotto il suo aguzzo berretto di maglia. Da due ore che ballavano di sopra, non s’era mai mosso di lí, nemmeno per farsi vedere un momento. Bel modo! Come non si trattasse del figlio e non avesse lo sposalizio a casa sua…
A qualche colpo troppo brusco del matterello la sottile sfoglia giallognola si lacerava qua e là; e nella donna cresceva la stizza per quel silenzio ostinato, per quell’aria di musoneria che pareva attaccarsi a tutto nella cucina piú linda del solito, non ostante il lieto frastono che veniva da in alto.
Seduto dall’altra parte del camino anche il vecchio Bastón fumava e guardava la fiamma, dopo aver tentato inutilmente d’attaccar discorso.
— Allegri, paron Fortunato! Sentite come si divertono? —
Ma padron Fortunato seguitava a fumare, in silenzio: e Bastón, percossa la pipa contro il palmo della mano, per vuotarne la cenere, si mise a trinciarci dentro un mozzicone di sigaro. Poi, finita la grave operazione, prese con le molle un pezzetto di bracia e riaccesa la pipa tornò filosoficamente a guardar la fiamma.

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Maria risorta
sottotitolo:
Romanzo marinaresco
titolo per ordinamento:
Maria risorta
descrizione breve:
Pubblicato nel 1908, il romanzo Maria risorta è il risultato di uno studio minuzioso e appassionato della vita dei pescatori dell'Adriatico.
autore:
opera di riferimento:
Maria risorta : romanzo marinaresco / Giulio Grimaldi ; con fotografie di G. Baviera e C. Claudi. - Torino : Società Tip. Ed. Nazionale, 1908. - 366 p. : ill. ; 19 cm. L’edizione utilizzata per la digitalizzazione è la copia anastatica contenuta in: Maria risorta : romanzo marinaresco / Giulio Grimaldi ; a cura di Dante Piermattei. - Fano : Grapho 5, c1995.
licenza:

data pubblicazione:
16 dicembre 2015
opera elenco:
M
descrittore Dewey:
Narrativa italiana (sec. 20.)
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Valerio D’Astolfo, v.dastolfo@yahoo.it
Ruggero Volpes, r.volpes@alice.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Ruggero Volpes, r.volpes@alice.it