La bilancetta

La bilancetta 2017-09-21T10:48:18+00:00

Dall’incipit del libro:

Sì come è assai noto a chi di leggere gli antichi scrittori cura si prende, avere Archimede trovato il furto dell’orefice nella corona d’oro di Ierone, così parmi esser stato sin ora ignoto il modo che sì grand’uomo usar dovesse in tale ritrovamento: atteso che il credere che procedesse, come da alcuni è scritto, co ‘l mettere tal corona dentro a l’aqqua, avendovi prima posto altrettanto di oro purissimo e di argento separati, e che dalle differenze del far più o meno ricrescere o traboccare l’aqqua venisse in cognizione della mistione dell’oro con l’argento, di che tal corona era composta, par cosa, per così dirla, molto grossa e lontana dall’esquisitezza; e vie più parrà a quelli che le sottilissime invenzioni di sì divino uomo tra le memorie di lui aranno lette ed intese, dalle quali pur troppo chiaramente si comprende, quando tutti gli altri ingegni a quello di Archimede siano inferiori, e quanta poca speranza possa restare a qualsisia di mai poter ritrovare cose a quelle di esso simiglianti.

Scarica gratis
HTMLHTML + ZIPPDFRTF + ZIPTXT + ZIPePub Yeerida

Opera:
La bilancetta
Opera ordinamento:
bilancetta (La)
Autore:
Fonte:
Opere di Galileo Galilei, UTET 1980 collana i Classici della Scienza, seconda edizione a cura di Franz Brunetti
Licenza:

Data:
14 febbraio 1998
Opera elenco:
B
Fonte ISBN:
88-02-03457-5
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Catia Righi, adaolio@risorsei.it
Revisione:
Catia Righi, adaolio@risorsei.it