Dall’incipit del libro:

«Alle lettere umane spetta l’officio della colonna di fuoco che condusse gli Ebrei fuori della schiavitù dell’Egitto.»
Così scriveva Guerrazzi nell’additare qual via dovesse tenere lo Scrittore italiano: e se ai suoi giorni quella schiavitù era veramente di catene materiali e rafforzata da fitta siepe di bajonette fra indigene e straniere, ai nostri giorni è schiavitù di pensiero e di passioni. Lo scrittore deve prefiggersi uno scopo: non basta chiedere se un’opera è artisticamente buona, ma ancora se moralmente buono è il suo scopo, perchè giusta il pensiero di Foscolo, il poeta e il letterato devono formare una cosa col cittadino. E perchè a questi principii fu fedele il Guerrazzi, così all’apparire dei suoi romanzi, gli italiani si scossero come ad una rivelazione.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

titolo:
La torre di Nonza
titolo per ordinamento:
torre di Nonza (La)
autore:
opera di riferimento:
La torre di Nonza : racconto storico / di F. D. Guerrazzi. - Milano : Sonzogno, 1883. - 108 p. ; 18 cm. – (biblioteca Universale ; 34)
licenza:

data pubblicazione:
5 maggio 2009
opera elenco:
T
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Paolo Oliva, paulinduliva@yahoo.it