Il geloso avaro

Il geloso avaro 2017-07-26T12:19:24+00:00

Dall’incipit del libro:

LUI. E sarà vero che tu m’abbia a far sospirare? Maledetto ritratto! ti getterò tra le fiamme. E poi, incenerito che sarà il ritratto, mi staccherò dal cuore l’originale? Ah no, s’io non mi strappo il cuore medesimo, in cui il perfido amore ha stampato l’effigie della mia tiranna.
BRIGH. Signor…
LUI. Va al diavolo.
BRIGH. Servitor umilissimo. (vuol partire)
LUI. Che cosa vuoi?
BRIGH. Voleva darghe una lettera, che m’è stada dada alla Posta.
LUI. Da’ qui.
BRIGH. Eccola, signor.
LUI. Hai nulla da dirmi di donna Eufemia?
BRIGH. Niente, signor.
LUI. T’ho pur detto che tu andassi per la risposta del mio viglietto.
BRIGH. Son andà; ma no gh’è niente.
LUI. Niente?
BRIGH. Niente affatto.
LUI. Che tu sia maledetto. Niente?
BRIGH. Che colpa ghe n’oia mi?

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIPePub Yeerida

Opera:
Il geloso avaro
Opera ordinamento:
geloso avaro (Il)
Autore:
Fonte:
"Tutte le opere" di Carlo Goldoni, a cura di Giuseppe Ortolani, I Classici Mondadori, seconda edizione 1955, volume quinto
Cura:
Giuseppe Ortolani
Licenza:
Creative Commons "Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale", http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Data:
5 ottobre 2002
Opera elenco:
G
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Pubblicazione:
Marco Calvo, http://www.mclink.it/personal/MC3363/
Revisione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it