Il festino

Il festino 2017-07-25T17:15:52+00:00

Il testo è stato preparato in collaborazione con Giuseppe Bonghi, responsabile del sito “Biblioteca dei Classici Italiani” (http://www.classicitaliani.it/), e con Dario Zanotti, responsabile del sito “Libretti d’opera italiani” (http://www.librettidopera.it/).

Dall’incipit del libro:

CON. Tant’è, tant’è, Balestra,
Per terminar l’orchestra
Vuò quei tre suonatori ad ogni costo.
Benché siano impegnati,
Li voglio a casa mia; non vi è riparo.
BAL. Bene; mi favorisca del danaro.
CON. Danaro? Ci sarà.
Prendi. (si leva un anello dal dito)
BAL. Che vuol ch’io prenda?
CON. Quest’anello.
Trova zecchini trenta
Per otto giorni al più.
BAL. (Povero anel! Non lo riscuote più). (da sé)
CON. Che hai? Che ti conturba?
Perciò ti metti in duolo?
Se danari non ho, non sarò solo.
BAL. È ver, ma fa pietà,
Caro signor padrone,
Saper che in men d’un anno
Andò una possessione…
CON. Basta così, Balestra.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIPePub Yeerida

Opera:
Il festino
Opera ordinamento:
festino (Il)
Descrizione breve:
Dramma Giocoso per Musica da rappresentarsi nel Regio-Ducale Teatro di Parma del Carnevale dell'Anno 1757.
Autore:
Fonte:
"Tutte le opere" di Carlo Goldoni; a cura di Giuseppe Ortolani; volume 11, seconda edizione; collezione: I classici Mondadori; A. Mondadori editore; Milano, 1955
Cura:
Ortolani, Giuseppe
Licenza:
Creative Commons "Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale", http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Data:
3 luglio 2006
Opera elenco:
F
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Giuseppe Bonghi, bonghi18@classicitaliani.it
Dario Zanotti, dzanotti@tiscali.it
Pubblicazione:
Giuseppe Bonghi, bonghi18@classicitaliani.it
Dario Zanotti, dzanotti@tiscali.it
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Revisione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Alberto Barberi, collaborare@liberliber.it