La buona figliuola

////La buona figliuola
La buona figliuola 2017-07-20T17:55:52+00:00

Il testo è stato preparato in collaborazione con Giuseppe Bonghi, responsabile del sito “Biblioteca dei Classici Italiani” (http://www.classicitaliani.it/), e con Dario Zanotti, responsabile del sito “Libretti d’opera italiani” (http://www.librettidopera.it/).

Dall’incipit del libro:

Giardino delizioso, adorno di vari fiori, con veduta del Palazzo del Marchese.

Cecchina sola.

Che piacer, che bel diletto
È il vedere, in sul mattino,
Colla rosa il gelsomino
In bellezza gareggiar!
E potere all’erbe, ai fiori,
Dir son io coi freschi umori,
Che vi vengo ad inaffiar.

Ah, non potea la sorte,
In mezzo al caso mio duro e funesto,
Esercizio miglior darmi di questo!
Povera sventurata!
Non so di chi sia nata:
Questo è il tristo pensier che mi tormenta;
Pur, tra le piante e i fiori,
Trovo il solo piacer che mi contenta.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIPePub Yeerida

Opera:
La buona figliuola
Opera ordinamento:
buona figliuola (La)
Autore:
Fonte:
"Tutte le opere" di Carlo Goldoni; a cura di Giuseppe Ortolani; volume 11, seconda edizione; collezione: I classici Mondadori; A. Mondadori editore; Milano, 1955
Cura:
Giuseppe Ortolani
Licenza:
Creative Commons "Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale", http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Data:
12 aprile 2006
Opera elenco:
B
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Giuseppe Bonghi, bonghi18@classicitaliani.it
Dario Zanotti, dzanotti@tiscali.it
Pubblicazione:
Giuseppe Bonghi, bonghi18@classicitaliani.it
Dario Zanotti, dzanotti@tiscali.it
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Revisione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Alberto Barberi, collaborare@liberliber.it