Dall’incipit del libro:

La Sicilia, la quale è Isola del mare Mediterraneo, è posta tra l’Italia, e l’Africa; ma dalla parte di Mezo giorno, e di Ponente, è divisa dall’Italia da un braccio di mare assai stretto, et ondoso. L’estrinseche parti di questa Isola, formano la figura d’una lettera Greca, chiamata Δ Delta, et i suoi tre Angoli producono altritanti promontorij, l’uno de’ quali è chiamato Peloro, l’altro Pachino, e l’altro Lilibeo, i quali Promontorij, sono delle sommesse parti dell’Isola, et s’allungano in mare, e formano la figura di tre punte. Il monte Peloro, risguarda il Ceni Promontorio di Calabria, hoggi volgarmente detto Coda di Volpe, il Pachino è volto verso il Peloponneso, e’l Lilibeo rimira il monte Mercurio, il quale è Promontorio dell’Africa. Coloro, che descrivono la Sicilia secondo l’aspetto de’ Climi, pongono il Peloro verso Borea, il Pachino verso Levante et Ostro, e ’l Lilibeo verso mezo giorno e Ponente.

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Le due deche dell'historia di Sicilia
titolo per ordinamento:
due deche dell'historia di Sicilia (Le)
autore:
opera di riferimento:
Le due deche dell'historia di Sicilia, del R.P.M. Tomaso Fazello, siciliano, dell'Ordine de' Predicatori, diuise in venti libri. Tradotte dal latino in lingua toscana dal P.M. Remigio fiorentino, del medesimo Ordine. ... Con tre tauole. La prima de gli autori citati nell'Historia: la seconda de' capitoli: e la terza, delle cose piu notabili contenute in quella. In Venetia : appresso Domenico, & Gio. Battista Guerra, fratelli, 1574
licenza:

data pubblicazione:
19 marzo 2012
opera elenco:
D
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Ruggero Volpes, r.volpes@alice.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Paolo Oliva, paulinduliva@yahoo.it
traduzione:
Remigio Nannini