Orlandino 2017-09-28T14:26:04+00:00

Dall’incipit del libro:

M olte malizie copre in sé la volpe,
E perde chi le crede fin al gallo;
R agion però non era che ‘l cavallo,
L’ ossa tenendo, a lei desse le polpe.
I’ t’arricordo che per l’altrui colpe
N anti la piva entrat’i’ son in ballo;
V olsi por mano in trasmutar metallo,
S enz’arte, ond’è ch’i’ mi disnervi e spolpe.
C otesta mercantia mi vien di Fiandra
O ve lo seme nacque de’ pedocchi
C he musico gentil m’han fatto d’arpa
C osí fusse l’auttor de la Leandra,
A cciò che ‘l cancar gli mangiasse gli occhi,
I n un fondo di torre fatto a scarpa!

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

Opera:
Orlandino
Opera ordinamento:
Orlandino
Autore:
Fonte:
Opere / Teofilo Folengo Comprende: "Orlandino", a cura di Mario Chiesa, collezione: Medioevo e umanesimo, Antenore, Padova, 1991
Cura:
Mario Chiesa
Licenza:

Data:
8 giugno 2001
Opera elenco:
O
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Vittorio Volpi, volpi@galactica.it
Pubblicazione:
Alessia Cremonini
Sonia Riosa
Revisione:
Stefano D'Urso, stefano.durso@mclink.it