La percezione del proprio Territorio

Dall’incipit del libro:

Nell’arco di due giorni, a cavallo de l 17 e del 18 ottobre di quest’anno, 2004, i “giovani” sembrano esser ritornati sotto l’attenzione della stampa nazionale. A cavallo del terzo weekend di ottobre, me ntre a Milano si consumava, parafrasando Gadda, “il pasticciaccio” del Liceo Parini, il “Lunedì di Repubblica” pubblicava una lettera di un professore della provincia di Roma in cui era manifestata la sua triste sorpresa nell’aver scoperto come i suoi studenti quindicenni, pe r parafrasare Goodman, fossero “fatalisti precoci” , convinti di una sorta di predestinazione soci ale in cui solo i vip hanno la possibilità di contare qualcosa ed av ere una propria personalità . In contemporanea a Milano, come accennato, si scopriva che il L. C. S. Parini era stato allagato da un gruppo di suoi studenti nella no tte del 16 ottobre. Ne i giorni successivi all’ inventio dell’episodio sul “Corriere della Sera” si sono avvicendati nume rosi articoli sullo sviluppo della vicenda e del dibattit o innescato dal fatto. Anche se con toni diversi rispetto al dibattito di “Repubblica” anche su questa test ata si è sviluppato un di battito sui modelli di comportamento imposti ai giovani e sulla loro accettazione. 

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

titolo:
Disagio giovanile
sottotitolo:
La percezione del proprio Territorio
titolo per ordinamento:
Disagio giovanile
autore:
opera di riferimento:
"Disagio giovanile: la percezione del proprio Territorio" Analisi dei risultati ottenuti dal sodaggio fatto su un campione di Studenti dell'I.I.S. Cellini di Valenza e prospettive di intervento politico a supporto delle poliche giovanii, Comune di Valenza, Valenza 2004
licenza:

data pubblicazione:
4 giugno 2008
opera elenco:
D
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Michele Filippo Fontefrancesco, fontefrancesco@gmail.com
pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
revisione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it