Contiene un’appendice:
Continuazione dei vicerè che governarono la Sicilia sotto i principi Borboni, di Pompeo Insenga

Dall’incipit del libro:

Ogni costumato ed onesto cittadino amar deve la sua patria, e la nazione di cui è membro, sagrificarle i suoi talenti e i suoi sudori, e renderla, per quanto da esso si può, più illustre e più conspicua. L’uomo nato in società deve agire a profitto di essa. Colui, che immerso in un ozio vile trascura di adoperarsi ad avvantaggiarla, non sarà che uno insetto nojoso nella vita sociale; e quegli, che invece di cercare i mezzi di renderla migliore, s’occupa ad avvilirla e a distruggerne i pregi, sarà a ragione riconosciuto come snaturato, traditore e misantropo, indegno perciò di vivere fra gli uomini.
Come varî sono i bisogni della nazione e della patria, così varî sono gli oggetti, che si presentano all’uomo nazionale e cittadino, e tutti conducenti a farle sussistere e risplendere. La legislazione, l’amministrazione della giustizia, l’agricoltura, la pastorizia, il commercio, la nautica, l’educazione, le altre scienze, le arti sono tanti sostentacoli di questo vasto edifizio.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

titolo:
Storia cronologica dei vicerè, luogotenenti e presidenti del Regno di Sicilia
titolo per ordinamento:
Storia cronologica dei vicerè, luogotenenti e presidenti del Regno di Sicilia
autore:
opera di riferimento:
Storia cronologica dei vicerè, luogotenenti e presidenti del Regno di Sicilia / di Giovanni E. Di Blasi ; seguita da un'appendice sino al 1842 / di Pompeo Insenga – Palermo : dalla Stamp. Oretea, 1842. – 876, CXLVIII p., 1! c. di tav. : ritr. ; 26 cm
cura:
Pompeo Insenga
licenza:

data pubblicazione:
15 dicembre 2008
opera elenco:
S
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Ruggero Volpes, r.volpes@alice.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Ezio Sposato, eziosposato@yahoo.it