Daniel De Foe

Figlio di un piccolo commerciante, De Foe (nato a Londra nel 1660) ebbe un’educazione piuttosto irregolare; in gioventù compì numerosi viaggi in Europa tentando svariate attività commerciali che non ebbero però mai esiti soddisfacenti.

Intorno al 1700 si stabilì a Londra dove intraprese la carriera politica, mantenendosi con il ricavato della sua attività giornalistica.

Inizialmente partigiano dei wighs, una delle due fazioni che si contendevano il potere politico in Inghilterra, passò poi ai tory; in seguito tradì anche questa parte politica, divenendo un agente segreto dei wighs. Vide più volte il carcere sia per motivi politici che per debiti.

Nel 1704 fondò e diresse “The Review” dove ebbe modo di dimostrare le sue indubbie doti di giornalista; De Foe viene considerato infatti uno dei padri del giornalismo moderno.

Nella seconda decade del 1700 si allontanò dalla vita pubblica dedicandosi alla letteratura; in questi anni vedono la luce le sue opere di maggior successo come Robinson Crusoe (The life and strange surprising adventures of Robinson Crusoe, 1719), e Ulteriori avventure di Robinson Crusoe (The farther adventures of Robinson Crusoe, 1719); Memorie di un cavaliere (Memoirs of a cavalier, 1720); Il capitano Singleton (Captain Singleton, 1720); Il colonnello Jack (Colonel Jack, 1722); Diario dell’anno della peste (A journal of the plague year, 1722), rievocazione in forma di diario della peste che colpì Londra nel 1655; Moll Flanders (The fortunes and misfortunes of the famous Moll Flanders, 1722), romanzo di costume; Lady Roxana (1724).

Tra gli scritti non narrativi si contano un saggio a carattere utopico-politico, un poema satirico e numerose altre opere di attribuzione non sempre certa. Il tratto che contraddistingue l’opera di De Foe è la semplicità e concretezza con cui porta sulla pagina scritta il materiale trasfuso dalla sua ricca esperienza umana.

Di non vastissima cultura, l’autore punta ad esprimere nelle opere la spinta vitale alla sopravvivenza nelle difficoltà, che vanno superate attraverso una salda fiducia nelle proprie capacità e in un Dio a misura d’uomo che soccorre chi si dà da fare autonomamente. I tratti salienti dei suoi personaggi incarnano i valori della nuova borghesia in ascesa; i suoi romanzi divennero quindi veri e propri “libri di testo” per la classe media.

Morì a Londra nel 1731.

Note biografiche a cura di Daniela Gangale

Elenco opere (click sul titolo per il download gratuito)

 
autore:
Daniel De Foe
ordinamento:
De Foe, Daniel
elenco:
D