Volume secondo

Riprendendo la narrazione dall’avvenuta marcia delle donne su Versailles, il secondo tomo di quest’opera si snoda dal trasferimento della famiglia reale alla residenza parigina delle Tuileries, il 6 ottobre 1789, fino alla presa, da parte delle forze più radicali della rivoluzione, delle Tuileries, il 10 agosto 1792, col susseguente arresto della famiglia reale e il massacro delle guardie svizzere, la cui descrizione rende memorabili le pagine con cui si chiude questo secondo volume. Secondo le convinzioni di Carlyle è naturalmente descritta con particolare enfasi l’opera e la morte di Mirabeau.

Sinossi a cura di Paolo Alberti

Dall’incipit del libro:

Poichè la vittima ha ricevuto il suo colpo di grazia, la catastrofe può considerarsi quasi come avvenuta. V’è poco interesse ormai ad assistere ai suoi lunghi gemiti fiochi: resta solo degna di nota la sua acerba agonia, quali che siano gli sforzi convulsi che fa per sottrarsi alla tortura; e alfine l’ultimo distacco della vita; e come essa giace estinta, annientata, se si avvolge nobilmente come Cesare tra le pieghe del suo mantello, o s’abbatte indecorosamente, come una persona che non ebbe forza neppur di morire.
Quando la Regalità francese venne strappata a quel modo dalle sue tappezzerie, quel 6 di ottobre 1789, fu essa una tale vittima? La Francia intera e la Proclamazione regale a tutte le provincie rispondono ansiosamente: No. Eppure si può temere di peggio. La Regalità era digià così decrepita, moribonda: le era rimasta così poca vitalità, che non era in grado di curare la sua ferita. Quanta di quella sua forza, nient’altro che immaginaria del resto, s’era dissipata, allorchè la Canaglia avea guardato il Re, apertamente in faccia, senza morire! Quando i corvi riuniti possono strappare il loro spauracchio e dirgli: Qui tu devi stare e non là; quando possono venire a patti con esso e renderlo, da infinito, un finito Spauracchio Costituzionale, che cosa bisogna dedurne? Non più nel finito Spauracchio Costituzionale risiede d’ora in poi la speranza; ma in quella forza ancora incommensurabile e in apparenza infinita, che può stringersi intorno ad esso. Poichè è ben vero che ogni efficace Autorità è mistica nelle sue forme e viene «dalla grazia di Dio».

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
La Rivoluzione Francese
sottotitolo:
Volume secondo
titolo per ordinamento:
Rivoluzione Francese (La). Volume secondo
descrizione breve:
Il secondo tomo di quest’opera si snoda dal trasferimento della famiglia reale alla residenza parigina delle Tuileries, il 6 ottobre 1789, fino alla presa, da parte delle forze più radicali della rivoluzione, delle Tuileries.
autore:
opera di riferimento:
La rivoluzione francese / Carlyle ; traduzione di Ernestina Ciccotti-D'Errico ; precede un saggio di Vittore Cherbuliez. - Milano : Bietti, 1951. - 3 voll. p. 366. 19 cm.
licenza:

data pubblicazione:
4 aprile 2018
opera elenco:
R
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
STORIA / Generale
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
traduzione:
Ernestina Ciccotti-D'Errico