Tratto dall’edizione Edoardo Perino, Roma 1888.

Don Chisciotte viene universalmente considerato il primo romanzo moderno. Una satira brillante che racconta le avventure – e le disavventure – di don Chisciotte, anziano gentiluomo di campagna, e Sancio Pancia, contadino e scudiero.

Il capolavoro di Cervantes ha riscosso un successo enorme, è stato tradotto in tutte le lingue moderne ed è stato stampato in centinaia di edizioni diverse. Dal Don Chisciotte sono stati tratti film, poemi sinfonici, opere teatrali e, recentemente, anche CDROM e siti Internet. Note:

  • il titolo completo dell’opera, secondo la critica recente, deve essere tradotto La storia di don Chisciotte della Mancha;
  • l’edizione in HTML è arricchita da bellissime illustrazioni di Gustav Doré.

Dall’incipit del libro:

Sfaccendato lettore, potrai credermi senza che te ne faccia giuramento, ch’io vorrei che questo mio libro, come figlio del mio intelletto, fosse il più bello, il più galante ed il più ragionevole che si potesse mai immaginare; ma non mi fu dato alterare l’ordine della natura secondo la quale ogni cosa produce cose simili a sé. Che poteva mai generare lo sterile e incolto mio ingegno, se non se la storia d’un figlio secco, grossolano, fantastico e pieno di pensieri varii fra loro, né da verun altro immaginati finora? E ben ciò si conviene a colui che fu generato in una carcere, ove ogni disagio domina, ed ove ha propria sede ogni sorta di malinconioso rumore. Il riposo, un luogo delizioso, l’amenità delle campagne, la serenità dei cieli, il mormorar delle fonti, la tranquillità dello spirito, sono cose efficacissime a render feconde le più sterili Muse, affinché diano alla luce parti che riempiano il mondo di maraviglia e di gioia. Avviene talvolta che un padre abbia un figliuolo deforme e senza veruna grazia, e l’amore gli mette agli occhi una benda, sicché non ne vede i difetti, anzi li ha per frutti di buon criterio e per vezzi, e ne parla cogli amici: come di acutezze e graziosità. Io però, benché sembri esser padre, sono padrino di don Chisciotte, né vo’ seguir la corrente, né porgerti suppliche quasi colle lagrime agli occhi, come fan gli altri, o lettor carissimo, affinché tu perdoni e dissimuli le mancanze che scorgerai in questo mio figlio. E ciò tanto maggiormente perché non gli appartieni come parente od amico, ed hai un’anima tua nel corpo tuo, ed il tuo libero arbitrio come ogni altro, e te ne stai in casa tua, della quale sei padrone come un principe de’ suoi tributi, e ti è noto che si dice comunemente: sotto il mio mantello io ammazzo il re. Tutto ciò ti disobbliga e ti scioglie da ogni umano ricordo, e potrai spiegar sulla mia storia il tuo sentimento senza riserva, e senza timore d’essere condannato per biasimarla, o d’averne guiderdone se la celebrerai.

Scegli una edizione a pagamento per aiutarci
url ePub Amazon (prezzo A)url ePub Amazon (prezzo B)url ePub iTunes (prezzo A)url ePub iTunes (prezzo A)
Scarica gratis
ePubHTMLHTML + ZIPODTPDF

titolo:
Don Chisciotte della Mancia
titolo per ordinamento:
Don Chisciotte della Mancia
descrizione breve:
Edoardo Perino editore, Roma 1888
Don Chisciotte viene universalmente considerato il primo romanzo moderno. Una satira brillante che racconta le avventure - e le disavventure - di don Chisciotte, anziano gentiluomo di campagna, e Sancio Pancia, contadino e scudiero.
autore:
opera di riferimento:
Don Chisciotte della Mancia / di Michele Cervantes di Saavedra ; illustrato con 120 quadri grandi e 250 disegni di Gustavo Dore. - Roma : E. Perino, 1888. - 2 v. : ill. ; 34 cm. - Altro front. - Rilegati in un vol. unico.
copertina:
[elaborazione da] "Don Quixote and Sancho Panza at a crossroad (after 1847)" di Wilhelm Marstrand (1810–1873). - Nivaagaard Museum, Nivå, Denmark . - Pubblico Dominio. - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Wilhelm_Marstrand,_Don_Quixote_og_Sancho_Panza_ved_en_skillevej,
_uden_datering_(efter_1847),_0119NMK,_Nivaagaards_Malerisamling.jpg.
licenza:

data pubblicazione:
8 agosto 1998
opera elenco:
D
ISBN:
9788897313021
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Marina De Stasio, marina_de_stasio@rcm.inet.it
Clelia Mussari, clely@tiscalinet.it
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
impaginazione ePub:
Marco Calvo, http://www.marcocalvo.it/
pubblicazione:
Marco Calvo, http://www.marcocalvo.it/
Sabina Catanorchi, sabina@mclink.it
Michele Diodati, diodati@mclink.it
Sivia Lombardo, lombardo@e-text.it
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
revisione:
Marina De Stasio, marina_de_stasio@rcm.inet.it
Clelia Mussari, clelia@tin.it
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Catia Righi, adaolio@risorsei.it