Dall’incipit del libro:

L’antico Tusculo, sì rinomato nei tempi anteromani per la celebrità del suo fondatore, nelle prime età di Roma per la sua fortezza, e nell’epoche di maggiore prosperità dei romani per le sue deliziose ville, venne tolto dall’oscurità, in cui giaceva da più secoli, col mezzo degli sterramenti impresi ad eseguire con ordinato metodo per comandamento del re Carlo Felice di Sardegna e continuati da S. M. la regina Maria Cristina; perciocchè gli scavi in quell’insigne luogo, ora per più gran parte contenuto nel possedimento denominato la Rufinella, prima che esso passasse in proprietà della real casa di Sardegna, erano diretti quasi all’unico scopo di rinvenire oggetti antichi; onde si dissotterravano e si ricuoprivano nel tempo stesso le reliquie degli edifizj di quella rinomata antica città senza conservarne neppure memoria; ed anzi alcune delle medesime reliquie venivano distrutte onde aver maggior facilità a frugare in ogni recondita parte.

Il testo è presente in formato immagine sul sito dell’Università di Heidelberg.

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Descrizione dell'antico Tusculo
titolo per ordinamento:
Descrizione dell'antico Tusculo
autore:
opera di riferimento:
Descrizione dell'antico Tusculo / dell'architetto cav. Luigi Canina - Roma : dai tipi dello stesso Canina, 1841 - 183 p., LIII c. di tav. : ill. ; 47 cm
licenza:

data pubblicazione:
9 febbraio 2012
opera elenco:
D
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Francesco Graziani
pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
revisione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it