Rime e ritmi

Rime e ritmi 2017-12-12T16:00:19+00:00

Per rispettare la volontà dell’autore in questo archivio è presente anche “Il parlamento”, che nell’edizione del 1901 venne collocato, come parte integrante, dopo “Rime e ritmi”. Scritto nel settimo centenario della battaglia di Legnano, “Il parlamento” doveva far parte di un poemetto che voleva celebrare quel momento della storia italiana, e che si sarebbe dovuto sviluppare in tre parti (“Il parlamento”, “La battaglia” e “La fuga dell’imperatore”). Carducci non riuscì mai a terminare il poemetto, benché vi avesse lavorato a più riprese fino agli ultimi anni della sua vita.

Dall’incipit del libro:

ALLA SIGNORINA MARIA A.

O Piccola Maria,
Di versi a te che importa?

Esce la poesia,
4  O piccola Maria,
Quando malinconia
Batte del cor la porta.

O piccola Maria,
8  Di versi a te che importa?

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIPePub Yeerida

Opera:
Rime e ritmi
Opera ordinamento:
Rime e ritmi
Autore:
Fonte:
"Rime e ritmi" di Giosue Carducci. Mursia Editore, Milano 1987. Grande Universale Mursia (Nuova serie) n. 87. Edizione integrale commentata, a cura di Luigi Banfi
Licenza:
Creative Commons "Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale", http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Data:
5 Agosto 1996
Opera elenco:
R
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Stefano D'Urso, mc6008@mclink.it
Revisione:
Stefano D'Urso, mc6008@mclink.it