Inediti

Inediti2017-12-13T17:07:14+00:00

Dall’incipit del libro:

Il tempo miserabile consumi
Me, la mia gioia e tutta la speranza
Venga la morte pallida e mi dica
Pàrtiti figlio.
Un dopopranzo, sdraiato sull’erba
Pieno di cibi e di languore, anch’io
Alla donna insaziata e battagliera,
E ben lontana,
Avrei fatto dei versi deliziosi:
Mi rose e avvelenò fin dall’infanzia
Una cucina perfida e nefanda
Il gusto fine.
La morte magra e seria ha nella voce
Un’armonia che pure io gusto tutta
Ma il mondo grasso l’ha scomunicata
E la disprezza
I ricchi son potenti al giorno d’oggi
Fanno le leggi e decretan la fame
Ai poveretti che cercan nel mondo
Un ideale
L’ideale emaciato e affievolito
Va con occhi infantili ed incosciente
Vende [- – -]

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIPvai a Yeerida

titolo:
Inediti
titolo per ordinamento:
Inediti
autore:
opera di riferimento:
Inediti / Dino Campana ; raccolti a cura di Enrico Falqui. - Firenze: Vallecchi, stampa 1942. - 345 p., [7] c. di tav. : ill. ; 20 cm
cura:
Enrico Falqui
licenza:

data pubblicazione:
9 ottobre 2008
opera elenco:
I
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
revisione:
Andrea Pedrazzini, andreacarlo.pedrazzini@fastwebnet.it