Il testo è pubblicato in collaborazione con la Associazione Mazziniana Italiana (http://www.associazionemazziniana.it/) che ringraziamo per aver concesso la pubblicazione nell’ambito del Progetto Manuzio.

Dall’incipit del libro:

All’uopo di chiarire da quali sentimenti movesse la nostra insurrezione, conviene adombrare alcuni fatti, dei quali fu naturale e semplice conseguenza.
Nel 1814 la Francia era solamente vinta; l’Italia rimase conquistata. L’occupazione straniera in Francia era un caso fortuito e transitorio; in Italia venne perpetuata dal congresso di Vienna; ed oggidì ancora si decanta come un diritto dell’Austria e come una condizione alla pace d’Europa. Una fazione retrograda sopravissuta a tutte le glorie di Napoleone, accolse come una buona ventura l’invasione austriaca; vide nelle armi straniere la salvezza d’ogni vieto pregiudicio; vi sperò perfino uno strumento di dominio.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

titolo:
Dell'insurrezione di Milano nel 1848 e della successiva guerra
titolo per ordinamento:
Dell'insurrezione di Milano nel 1848 e della successiva guerra
autore:
opera di riferimento:
"Dell'insurrezione di Milano nel 1848 e della successiva guerra"; di Carlo Cattaneo; Lugano : Tip. della Svizzera italiana, 1849
licenza:

data pubblicazione:
1 marzo 2007
opera elenco:
D
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Alessio Sfienti,
Associazione Mazziniana Italiana, http://www.associazionemazziniana.it
pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
revisione:
Andrea Donnaruma, celocoperto@libero.it