Il testo è tratto da una copia in formato immagine presente sul sito Biblioteca Nazionale Braidense (http://www.braidense.it/). In appendice il racconto “ADELIA”.

Dall’incipit del libro:

Erano scorsi trecento e più mila anni dacchè il mondo non era più. — Nel vortice dei secoli erano state travolte cose ed eventi, e l’uomo e le memorie delle infinite colpe e di qualcuna virtù, che nella tenebría dei tempi splendette come stella in notte procellosa.
Colle tante ceneri sparse sulla terra riposavano le mie, e certo all’alito increscioso della vita non avrei creduto si ridestassero; ma vedi stranezza o potenza dei fati, come ciò più ti piacerà chiamare!… Io mi sentii vivo, quando meno me lo pensavo…. tanto che, trovatomi molto incomodo sotto ad un mondezzajo, dove stavo probabilmente per tramutarmi in chi sa qual sorta d’animale, o forse dato, era concime, a pastura di qualche angolo d’ortaglia, mi agitai da ispiritato cercando modo d’uscirne. Ma facil cosa non era, che sebbene mi sentissi vivo, mi sentiva vivo in modo da non esser come prima composto di stinchi ben architettati così da fare del corpo un discreto arnese.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

titolo:
Lucifero
titolo per ordinamento:
Lucifero
autore:
opera di riferimento:
"Lucifero : Fantasia romantica" di Ulisse Barbieri, Emilio Croci Editore Milano, 1871
licenza:

data pubblicazione:
11 maggio 2005
opera elenco:
L
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Alberto Barberi, collaborare@liberliber.it
revisione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it