Dall’incipit del libro:

Di sopra alle tremolanti cime degli alti pioppi onde sono popolate le valli del Mantovano e che tutto all’intorno recingono la città, a levante, al di là di quel ramo del Mincio che scarica le tranquille e limpide sue acque nel Po, dopo aver allagati i larghi fossati della fortezza, spuntava il sole d’un bel giorno di giugno.

Un giovane dalle sembianze dilicate, dalla pupilla splendente, dai capelli che a lunghe ciocche contornavano la sua fronte alta e serena, stavasi assorto in non so quali pensieri, appoggiato con abbandono al parapetto del ponte di S. Giorgio (opera imponente onde l’antico feudalismo ornò la città già culla del sublime cantore d’Enea).

Egli seguiva astrattamente l’incresparsi delle calme acque del lago, sul cui dorso qualche gajo pesciolino, guizzando, vi segnava qualche bella striscia d’argento, mentre il sole, versando i suoi torrenti di luce sulla riva sinistra del lago, ne indorava i canneti agitati da una leggera brezza mattinale, ed imperlava i verdi ligustri bagnati ancora dalla notturna rugiada. Fra quella folta selva di giunchi l’usignuolo modulava la mesta sua nota, il gardello, dalla cima di qualche antico pioppo, trillava il suo armonioso gorgheggio; gaje villanelle passavano il ponte adorne del loro più bell’abito festivo; da lungi udivasi lo schioppettio allegro della frusta agitata dai merciajoli che spingevano le loro rozze alla piazza che s’in-grossava di rivenduglioli. Era insomma una bella mattina d’un bel giorno di festa, ed il pensiero ti si esilarava nel contemplare quella scena sì poetica nella sua amena semplicità.

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Adelia
titolo per ordinamento:
Adelia
autore:
opera di riferimento:
Adelia : novella / di Ulisse Barbieri. - Milano : s. n.!, 1867 (S. l. : Perseveranza). - 47 p. : ill. ; 17 cm
licenza:

data pubblicazione:
13 novembre 2013
opera elenco:
A
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it