Romanzo

Un giovane, Roberto, cresciuto in una famiglia tradizionale della media borghesia parigina, abbandona la casa paterna per sfuggire al tentativo dei genitori di indurlo a un matrimonio con una giovane che a lui non aggrada affatto. Trova dapprima lavoro come insegnante privato di francese presso una bizzarra famiglia sudamericana e, trasferitosi a Caen, in Normandia, si impiega presso un commerciante di cavalli e trova l’amore con la splendida moglie del principale. Tra qualche subbuglio interiore troverà in ogni caso anche un maggior equilibrio con la sua famiglia di origine.

Sinossi a cura di Paolo Alberti

Dall’incipit del libro:

Il treno delle 5 e 35, che partiva dalla stazione di San Lazzaro per San Germano, trasportava ogni giorno un gran numero di commercianti in villeggiatura al Vésinet. Arturo Brunal, assicuratore marittimo, che abitava in via dell’Havre e soleva trovarsi per il primo sulla piattaforma, aveva l’incarico quotidiano di fissare uno scompartimento per otto viaggiatori, sempre quelli.
Essi erano: Giorgio Blaque, commerciante in tessuti e il suo socio Luigi Félix, Giulio Zèbre, i fratelli Rourème, colletti e cravatte, e infine il signor Aristide Nordement, fabbricante di turaccioli, e suo figlio Roberto, i quali venivano da molto lontano, dalla loro casa in via degli Acetai, vicino al canale di San Martino.
Aristide Nordement era un vecchietto dalla testa enorme e dal viso ossuto e grossolano. Aveva la barba grigia malamente spartita, e le sopracciglia dure e ispide.
Di qualsiasi cosa si parlasse: politica estera, cambî, o teatro, egli non prendeva parte alla conversazione che con certi: ehm, ehm… un po’ sordi e che nessuno aveva mai capito se volessero accentuare una protesta o un’approvazione.
Roberto Nordement non assomigliava punto a suo padre. Era un giovanotto imberbe, dai tratti regolari, dalla carnagione un po’ grigio perla, e dal viso illuminato da due occhi grandi, neri e ardenti, il cui bagliore intempestivo egli per lo più attenuava sotto le sue palpebre semiabbassate.

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Il figliuol prodigo
sottotitolo:
Romanzo
titolo per ordinamento:
figliuol prodigo (Il)
descrizione breve:
Un giovane, Roberto, cresciuto in una famiglia tradizionale della media borghesia parigina, abbandona la casa paterna per sfuggire al tentativo dei genitori di indurlo a un matrimonio con una giovane che a lui non aggrada affatto.
autore:
opera di riferimento:
Il figliuol prodigo : Romanzo. - Milano : Ed. S. A. C. S. E., 1935 (S. A. Locatelli, Sommaruga, Monesi). - 16. p. 253.
licenza:

data pubblicazione:
2 maggio 2018
opera elenco:
F
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
FICTION / Umoristico
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it