Duecento sonetti in dialetto romanesco

////Duecento sonetti in dialetto romanesco
Duecento sonetti in dialetto romanesco2017-12-21T12:46:03+00:00

Dall’incipit del libro:

Dalla distruzione di esseri viventi rinascono altri esseri; dalla morte, la vita: è questo il fenomeno per cui si perpetua e quasi s’indìa la materia.
Codesto fenomeno si ripete anche nel mondo morale. «Le lettere (disse Cesare Balbo) si nutrono di fatti gravi, importanti, da discutere, o narrare, o ritrarre in qualunque modo di prosa o poesia; ondechè, cessando ovvero i fatti, ovvero la libertà del discuterli o narrarli o ritrarli, ovvero peggio ed insieme i fatti grandi e la libertà, cessa il cibo, il sangue, la vita delle lettere; elle languono, si spossano, infermano talora fino a morte.»1 A confermare queste parole del Balbo sta il fatto, oramai incontrastato, della decadenza delle lettere latine dalla fondazione dell’Impero in poi, e delle italiane, dopo la caduta delle repubbliche medioevali. Ma nel mentre l’eloquenza, la poesia epica, tragica o lirica, vivono, può dirsi assolutamente, della libertà, la satira de’ costumi e quella politica nascono e prosperano quando la libertà sta perdendosi o si è in tutto perduta; hanno vita insomma dalla morte d’ogni altro genere di letteratura.
La satira de’ costumi precede sempre quella politica: Orazio viene prima di Persio e di Giovenale; Parini prima di Giusti. Nè potrebbe essere altrimenti, perocchè il declinare della privata e pubblica moralità è certo indizio di vicina tirannide.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

Opera:
Duecento sonetti in dialetto romanesco
Opera ordinamento:
Duecento sonetti in dialetto romanesco
Autore:
Fonte:
Duecento sonetti in dialetto romanesco G. Barbèra Editore, Firenze 1870
Cura:
Luigi Morandi
Licenza:

Data:
25 settembre 2002
Opera elenco:
D
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Umberto Galerati, umb_56@tin.it
Pubblicazione:
Marco Calvo, http://www.mclink.it/personal/MC3363/
Revisione:
Umberto Galerati, umb_56@tin.it
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui a utilizzare questo sito, assumiamo che tu ne sia felice. OK