Note di geografia medioevale a proposito della nuova topocronografia della Divina Commedia

Dalla prefazione al libro:

Stimo opportuno di riassumere chiaramente, in conformità a nuove obbiezioni, alcuni concetti che ho avuto l’onore di esporre in collaborazione col maggiore Vaccheri circa il “sito, forma e figura” dell’Inferno dantesco e, in generale, della macchina poetica dell’Allighieri.
Dirò anzitutto che il più forte argomento degli oppositori sta, si può dire, interamente riposto nella domanda, oggi rifatta dal GASPARY nel 1° volume della sua importante opera Geschichte der italienischen Literatur, di cui appunto in questi giorni è uscita un’ottima ed utile versione italiana fatta da N. Zingarelli.
“Poteva Dante immaginarsi tutte queste cognizioni, tutti questi calcoli così delicati che seicento anni sono nessuno comprendeva, ed oggi appena si possono seguire?
Ma nessuno fra i varii critici ha saputo notare pur una sola di queste cognizioni, attribuite a Dante nel lavoro in questione, le quali non fossero del tempo suo.

Scarica gratis
ODTPDF

titolo:
Dante geometra
sottotitolo:
Note di geografia medioevale a proposito della nuova topocronografia della Divina Commedia
titolo per ordinamento:
Dante geometra
descrizione breve:
Riassunto di un nuovo disegno di Topografia Dantesca. La Geografia Matematica di Dante desunta specialmente da un passo della Divina Commedia
autore:
opera di riferimento:
Dante geometra : note di geografia medioevale a proposito della nuova topocronografia della Divina Commedia / Cosimo Bertacchi ; fatta in collaborazione [di] Giulio Giuseppe Vaccheri. - Torino : Istituto Fornaris-Marocco, 1887. - 62 p. ; 25 cm.
licenza:

data pubblicazione:
24 marzo 2016
opera elenco:
D
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
revisione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it