Dall’incipit del libro:

Prima di dichinare all’Alberino, ove Giosue Carducci e Severino Ferrari tornano poeti in pensieri di amore, l’insidioso Reno passa presso Cento, di che la città si abbella e rattrista. Se gli alti argini donde si ammirano i fiammeggianti tramonti cedessero all’impeto di furiosa piena, rovina e lutto si spargerebbero nell’antica terra e nel suo colto piano.
Cento, chi mai potrà nominarti senza pensare al tuo Guercino? Gloria purissima è l’arte, che non si oscura per variare di leggi e di costume; diadema dell’Italia anche nei giorni del servaggio. Ecco, basta il sopranome di un pittore a dare perenne fama a una città. Che importa se non è vasta e popolosa?

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

titolo:
In solitudine
titolo per ordinamento:
In solitudine
autore:
opera di riferimento:
In solitudine : Versi, con prefazione di Nerio Malvezzi /Bruna. – Rocca S. Casciano : Stab. Tip. Licinio Cappelli Edit., 1898. – XIX - 174 ; 12 cm
licenza:

data pubblicazione:
22 maggio 2008
opera elenco:
I
soggetto BISAC:
FICTION / Classici
affidabilità:
affidabilità standard
impaginazione:
Paolo Alberti, paoloalberti@iol.it
pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
revisione:
Clelia Mussari, clelia.mussari@fastwebnet.it