Canzone sopra la vittoria seguita contra l’armata Turchesca

////Canzone sopra la vittoria seguita contra l’armata Turchesca
Canzone sopra la vittoria seguita contra l’armata Turchesca 2018-01-11T15:29:17+00:00
copertina Canzone sopra la vittoria seguita contra l'armata Turchesca

copertina di “Canzone sopra la vittoria seguita contra l’armata Turchesca”

Il testo è tratto da una copia in formato immagine presente sul sito “Gallica, bibliothèque numérique de la Bibliothèque nationale de France” (http://gallica.bnf.fr).

Dall’incipit del libro:

TRASSE il mio cor à sospirar sovente
L’altrui sventure, e i dolorosi stridi
Il fiero stuol, che gia cotanto ardio:
Che veggendo servil Barbara gente
Tinger del nostro sangue i nostri lidi,
E qual Tigre, o Leon digiuno e rio
Cercar l’ovil di Dio,
E in Pafo, e in Cnido svelti i mirti, e i lauri,
E i suoi ricchi tesauri,
E le corone a Salamina colte,
E ‘n vil giogo rivolte
E spenta la sua dolce libertate,
Arsi non men di duol, che di pietate.
Da l’Oriente più non venia il Sole
Né ‘l pianeta d’amor, né i chiari giorni,
Ma di turbati venti atra procella
Et havea sgombre l’erbe, e le viole
Da i nostri dilettosi almi soggiorni.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIP

Opera:
Canzone sopra la vittoria seguita contra l'armata Turchesca
Opera ordinamento:
Canzone sopra la vittoria seguita contra l'armata Turchesca
Autore:
Fonte:
Canzone di M. Giovanbattista Amaltheo all'illustriss.mo et eccellent.mo Sig. Marcantonio Colonna general dell'armata di Santa Chiesa, sopra la vittoria seguita contra l'armata Turchesca. In Venetia, appresso Onofrio Farri, 1572
Licenza:

Data:
8 marzo 2006
Opera elenco:
C
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Ferdinando Chiodo, f.chiodo@tiscalinet.it
Pubblicazione:
Claudio Paganelli, paganelli@mclink.it
Revisione:
Alex 5630, meadam@tin.it