Detto d’amore

Detto d’amore 2018-01-11T16:10:37+00:00

attribuzione dubbia.

Dall’incipit del libro:

Amor sì vuole, e par-li,
Ch’i’ ‘n ogni guisa parli
E ched i’ faccia un detto,
Che sia per tutto detto,
Ch’i’ l’ag[g]ia ben servito.
Po’ ch’e’ m’eb[b]e ‘nservito
E ch’i’ gli feci omaggio,
I’ l’ò tenuto o·maggio
E ter[r]ò giamà’ sempre;
E questo fin asempr’ è
A ciascun amoroso,
Sì c[h]’Amor amoroso
No·gli sia nella fine,
Anzi ch’e’ metta a fine
Ciò ch’e’ disira avere,
Che val me’ c[h]’altro avere.
Ed egli è sì cortese
Che chi gli sta cortese
Od a man giunte avante,
Esso sì’ l mette avante
Di ciò ched e’ disira,
E di tutto il dis-ira.

Scarica gratis
PDFRTF + ZIPTXT + ZIPePub Yeerida

Opera:
Detto d'amore
Opera ordinamento:
Detto d'amore
Autore:
Fonte:
"Opere minori", di Dante Alighieri; Tomo I. Parte I; a cura di Domenico De Robertis e di Gianfranco Contini; collezione 'La letteratura italiana'; Riccardo Ricciardi Editore; Milano - Napoli, 1984
Licenza:
Creative Commons "Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale", http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Data:
10 maggio 2006
Opera elenco:
D
Soggetto BISAC:
FICTION / Classici
Affidabilità:
Affidabilità standard
Impaginazione:
Stefano D'Urso, stefano.durso@mclink.it
Pubblicazione:
Catia Righi, catia_righi@tin.it
Alberto Barberi, collaborare@liberliber.it
Revisione:
Annalisa Tagliabue, annalisatagliabue@tiscali.it