In questa pagina stiamo definendo standard e protocolli che serviranno a far funzionare LiberMusica. È una officina aperta 24 ore al giorno, aiutaci anche tu iscrivendoti alla nostra mailing-list e facendoci sapere cosa ne pensi.

Campionamento

Versione 1.1 del 30 maggio 2006.

  • per i materiali già in formato digitale (es. CD, DVD, ecc.): mantenere le caratteristiche originali
  • per i materiali da acquisire da fonti analogiche (es. dischi in vinile o nastri): 44.1 kHz, 24bit

Database

Nel costruire il database di LiberMusica vogliamo adottare un insieme di campi standard, così da scambiare agevolmente informazioni con altri progetti analoghi al nostro e, in futuro, con i siti “mediatori”, come Creative Commons, Wikipedia, ecc. Attualmente in esame:

A) Campi utilizzati da OGG:

Versione 1.3 del 22 giugno 2005.

  • Titolo
  • Artista
  • Album
  • Numero del disco (nel caso di album con più dischi)
  • Anno pubblicazione
  • Traccia
  • Tracce totali
  • Genere
  • Commento
  • Compositore
  • Artista originale
  • Diritti d’autore
  • URL
  • Codificato da
  • Data codifica
  • Etichetta discografica

B) Standard ISBD-NBM

Versione 1.0 del 22 giugno 2005.

Nessuna ulteriore informazione disponibile.

Formato dei file audio

Versione 1.2 del 22 giugno 2005.

  • file master (i file finalizzati alla conservazione): formato FLAC, http://flac.sourceforge.net/
  • file derivati per la distribuzione e l’ascolto: mp3, OGG
  • metadati relativi ai brani musicali: IDV3

Archiviazione dei file

Versione 3.0 del 7 settembre 2009.

  • il path completo (directory + nome del file) non dovrà superare i 255 caratteri;
  • la struttura delle directory sarà così organizzata:
    [iniziale]/[autore]/[composizione]/[interpretazione]/[file]
    (esempio b/boito/mefistofele/scala/...);
  • il nome dei file, mai più lungo di 31 caratteri, sarà così composto:
[autore]_ [composizione]_ {interpretazione}_ [nn]_ [file]
cognome + _ titolo opera + _ identificativo + _(solo quando serve) numero + _(numero sequenziale da 1 a crescere per le opere con massimo 9 file,
01 a crescere per le opere fino a 99 file,
001 a crescere per le opere fino a 999 file,
ecc.)
nome brano + suffisso
  • Esempio: boito_mefistofele_01_preludio.mp3
  • Il prefisso usato per un autore (“boito_” nell’esempio qui sopra) e per l’opera (“mefistofele_“) devono rimanere uguali anche per le altre opere del medesimo autore o per le altre interpretazioni della medesima opera. Ovvero, se si sceglie “boito_” come identificativo dell’autore Arrigo Boito, si deve usare anche per ogni altra sua opera. Così che tutte le opere di Boito siano identificate con la medesima sequenza di caratteri (“boito_“).
  • I nomi dei file e delle directory dovranno rispettare le convenzioni Internet; in sintesi:
    • solo caratteri minuscoli;
    • vietati gli spazi, le lettere accentate e i segni di interpunzione (ammessi solo il trattino – e l’underscore _).

Informazioni da allegare

Quando un volontario spedisce dei file musicali, deve allegare possibilmente tutte le informazioni disponibili sul brano, come da elenco visibile in alto, alla voce “Database”. In ogni caso, non devono mancare:

  • titolo brano
  • titolo opera
  • anno registrazione
  • genere
  • artisti (compositore, autore del libretto, direttore dell’orchestre e ogni altro che si riesce a reperire)

I file privi di queste informazioni verranno cestinati, se in tempi ragionevoli non si trova un altro volontario che le reperisca. Il volontario deve fornire anche il proprio nome e dei recapiti (telefono, e-mail, ecc.). Ha inoltre la facoltà di scegliere se rendere note queste informazioni a tutti gli utenti del sito Liber Liber o solo ai coordinatori (tra le informazioni che si possono rendere pubbliche anche il proprio sito Internet).

Tutte queste informazioni vanno inserire in un file di testo denominato “informazioni.txt” da allegare alla spedizione.