“La piccola fonte” di Roberto Bracco

Pubblicato La piccola fonte di Roberto Bracco.

Dall’incipit del libro:
Un lembo di parco a Posillipo. Un’ala del villino di Stefano Baldi — d’un’architettura semplice e aristocratica — si profila a destra, di sbieco, sopra una specie di terrazzino rettangolare senza ringhiera, fatto di mattoni patinati, che, dal livello del terreno battuto, si eleva per l’altezza di due o tre gradini, i quali sono di marmo ben levigato. L’entrata principale del villino non si vede, perchè è alle spalle di quest’ala. […]

Read More

“Bitte schön” di Johann Strauss (figlio)

È on-line Bitte schön, Polka française, Op. 372 di Johann Strauss (figlio), in una esecuzione del 1950.

Read More

“Egitto” di Manfredo Cagni

Pubblicato Egitto di Manfredo Cagni.

Dall’incipit del libro:
Nell’esporre il quadro cronologico delle dinastie egizie, si è osservato che nella XVIII dinastia figura pel primo il re Ammon o Ahmès I con 25 anni di regno, dal 1703 al 1678 avanti l’êra cristiana, vale a dire 3574 anni or sono. Tuttavia, con questa data abbastanza remota, gli archeologi continuano a classificare, sotto la denominazione di Nuovo Impero la 18ª dinastia e le altre che vengono dietro; […]

Read More

“The Fairy Round” di Anthony Holborne

È on-line The Fairy Round di Anthony Holborne, in una esecuzione del 1960.

Read More

Apple regala gli U2, Liber Liber…

La stampa di tutto il mondo ha riportato in grande evidenza che, in concomitanza del lancio dei suoi nuovi dispositivi, la Apple ha deciso di regalare l’ultimo album degli U2. Ci piacciono gli U2, perciò grazie mille Apple!

Comunque, se vi piace la musica classica, volevamo farvi sapere che noi regaliamo più di 6.000 brani di grandi compositori come Beethoven, Bach, Chopin, Dvořák, Mozart,  Musorgskij, Rossini, Schumann, Vivaldi, ecc. […]

Read More

“I viaggi di Marco Polo” di Jules Verne

Pubblicato I viaggi di Marco Polo di Jules Verne.

Dall’incipit del libro:
I mercanti genovesi e veneziani non potevano rimanere indifferenti alle esplorazioni che arditi viaggiatori tentavano nell’Asia centrale, l’India e la China. Essi comprendevano che queste contrade offrirebbero in breve un nuovo sfogo ai loro prodotti, e che, d’altra parte, utili immensi si ricaverebbero dall’importazione in Occidente di mercanzie di fabbricazione orientale. Gl’interessi del commercio dovevano quindi lanciare dei nuovi cercatori sulle vie delle scoperte. […]

Read More

Accedi all’archivio articoli.