“Tarass Bulba” di Nikolaj Vasilevič Gogol

Pubblicato Tarass Bulba di Nikolaj Vasilevič Gogol. Contiene Il pastrano dai Racconti di Pietroburgo.

Dall’incipit del libro:
«Ma vòltati in qua, figliuolo! Quanto sei buffo! Che specie di sottane vi hanno messo addosso? E vanno tutti in giro così alla accademia?». Con queste parole il vecchio Bulba accolse i suoi due figliuoli che avevano studiato al seminario di Kiev e ora tornavano a casa dal padre. I figliuoli erano appena smontati da cavallo. Erano due giovani dall’aspetto ancora impacciato, come seminaristi allora usciti di scuola. […]

Continua a leggere

“Lieder ohne Worte, Op. 19″ di Felix Mendelssohn

È on-line Lieder ohne Worte, Op. 19 di Felix Mendelssohn-Barthold, in una esecuzione del 1952-53.

Continua a leggere

ScuolaOnline sceglie Liber Liber

La pubblicità aiuta Liber Liber. Lo scriviamo un po’ ovunque sul sito, perché è un sostegno economico indispensabile ai nostri progetti no profit.

Meritano quindi un grazie speciale gli sponsor che scelgono le pagine di Liber Liber. Questo […]

Continua a leggere

“Brani inediti dei Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni

Pubblicato Brani inediti dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni. A cura di Giovanni Sforza.

Dall’incipit del libro:
È indescrivibile il rumore che levarono e la voga che ebbero dal 1814 in poi i romanzi storici di Walter Scott. Si succedevano gli uni agli altri con una rapidità addirittura maravigliosa, e i lettori erano affascinati dalla sua inesauribile fantasia, dalla verità, dalla vivezza e dalla bravura con la quale dipingeva un paese pittoresco come la Scozia; facendone rivivere gli aspetti eroici, le tradizioni poetiche e le antiche leggende. […]

Continua a leggere

“As it fell on a holy eve” di Anthony Holborne

È on-line As it fell on a holy eve di Anthony Holborne, in una esecuzione del 1960.

Continua a leggere

“Un avvocato dell’avvenire” di Valentino Carrera

Pubblicato Un avvocato dell’avvenire di Valentino Carrera.

Dall’incipit del libro:
In quest’epoca così sinceramente democratica, come sa il lettore, nella quale non c’è calzolaio che non arrossisca dell’antica insegna ciabattinesca del padre suo, appena Mastro Andrea, a furia di lavoro e di privazioni, è riuscito ad avviare benino la bottega, od ha messo assieme un poderello, c’è da scommettere che invece di fare del figliuolo un valente artigiano od un buon agricoltore, lo manderà a farsi avvocato in una delle troppe e troppo inutili Università. […]

Continua a leggere